Domenica 22 Maggio 2022

Tempo reale

Alessandria, omicidio all'Hotel Londra: fermato un 46enne che ha confessato

Il fatto è accaduto nel cuore della notte: indagano i carabinieri. La vittima aveva 69 anni

omicidio-hotel-londra

ALESSANDRIA - ORE 16,19 - "Ho avuto un momento di follia" e ha colpito il portiere dell'Hotel Londra alla testa. Il 46enne fermato nella notte era ospite della struttura da almeno un giorno e lì sono rimasti i suoi vestiti. L'omicida era arrivato in treno ad Alessandria dove risiede nella Casa Comunale, un modo burocratico per rendere rintracciabili quelle persone che non hanno fissa dimora.

Si conosce poco di questa persona se non che avrebbe dei precedenti e che avrebbe avuto una relazione con una donna conclusasi poco tempo fa. Da quanto si è appreso, il 46enne sarebbe stato catturato proprio all'interno del Londra: durante l'interrogatorio ha mantenuto a lungo il silenzio, poi la confessione. Non ha spiegato, però, perché ha ucciso e non ha fatto luce sui suoi movimenti.

I carabinieri dovranno appurare anche quale sia stata l'arma del delitto che, non si esclude, possa essere un oggetto presente all'interno dell'albergo.

ORE 12,27 - Durante l'interrogatorio, l'uomo sospettato dell'omicidio di Alberto Faravelli, avrebbe fatto le prime ammissioni, ma il provvedimento dovrà essere vagliato nelle prossime ore dal Gip.

ORE 12,14 - Il magistrato Andrea Trucano ha disposto il fermo di indiziato di delitto nei confronti di un uomo di 46 anni, italiano, senza fissa dimora. Un provvedimento assunto sulla base degli indizi raccolti questa notte dai carabinieri e  dopo un lungo interrogatorio effettuato alla presenza dell'avvocato Stefania Sandri. Al momento non è ancora stato reso noto il movente. 

ORE 12,10 - Il magistrato Andrea Trucano (in auto, nella foto) ha lasciato il comando della compagnia Carabinieri di Alessandria. Questa notte è stato lui a coordinare i rilievi all'interno dell'Hotel Londra.

ORE 11,15 - "Era una persona molto riservata - racconta un altro vicino di casa - Non sapevo neanche che lavoro facesse. Ma queste cose non devono succedere". Faravelli viveva solo da quando, prima di Natale, era morta la mamma. I carabinieri, intanto, stanno ricostruendo quello che è successo questa notte tra l'1 e le 2 nella hall dell'Hotel Londra. L'uomo fermato e sotto interrogatorio, assistito dall'avvocato Stefania Sandri, è un italiano e non avrebbe una residenza fissa: stando alle prime indiscrezioni stazionava anche lungo Spalto Marengo, davanti all'ingresso dell'ospedale. 

Al momento non è ancora chiaro il movente di questo gesto folle.

ORE 11,10 - La vittima si chiamava Alberto Faravelli, abitava a Tortona in zona Oasi. Avrebbe compiuto 70 anni a dicembre. "Sono arrivata da poco in questo quartiere, non lo conoscevo ma abitava lì, vede, al primo piano - racconta Alida, vicina di casa del Faravelli - So che lavorava di notte perché andava via la sera". In una palazzina di via Morandi 19 (foto) Alberto Faravelli viva con la mamma, deceduta da qualche tempo. 

ORE 11 - Prosegue l'interrogatorio del sospettato. Davanti alla comando provinciale dei carabinieri si è creato un capannello di giornalisti in attesa di ulteriori sviluppi. 

ORE 9,49 - La posizione della persona ascoltata sarebbe cambiata nel corso delle ore, perché all'interno del Comando provinciale dei Carabinieri è stato chiamato il difensore d'ufficio, l'avvocato Stefania Sandri

ORE 9,41 - I carabinieri stanno interrogando una persona per ricostruire la dinamica della terribile aggressione avvenuta questa notte, tra l'1 e le 2, nella hall dell'hotel Londra. Si conoscono ancora pochissimi particolari: davanti ai militari potrebbe esserci un senzatetto visto più volte nella zona dell'Ospedale civile. Le notizie al momento non sono confermate, perché gli inquirenti sono ancora al lavoro. I Carabinieri sono comunque all'opera e non è ancora possibile fotografare esattamente la scena del delitto. 

ORE 8,47 - La vittima si chiamava Alberto F., abitava in provincia di Alessandria e aveva 69 anni (ne avrebbe compiuti 70 a fine anno). Secondo le informazioni disponibili al momento, i portieri che si alternano negli orari diurni sono tre, mentre due sono quelli che coprono la notte. Intanto, i carabinieri continuano le indagini. All'interno del Comando di piazza Vittorio Veneto stanno ascoltando una persona attualmente sospettata di aver ucciso l'uomo. L'omicidio sarebbe stato compiuto con un'arma contundente. Chi ha agito, avrebbe colpito alla testa la vittima. Gli inquirenti stanno anche ricostruendo il movente.

ORE 7,27 - Un medico di Praia a Mare, ospite della struttura, si trova ad Alessandria per effettuare le visite mediche ai dipendenti del Comune. Ci ha raccontato di essere rientrato in hotel ieri sera, dopo cena, in compagnia della moglie, e di aver assistito al cambio di turno dei portieri. Dopodiché, il clinico è salito in camera ed è andato a dormire. Ha spiegato di non aver sentito nulla perché la sua camera è rivolta verso corso Felice Cavallotti (l'ingresso del Londra è sulla rotonda, all'incrocio tra corso Cavallotti e spalto Borgoglio). Solo questa mattina si è accorto di quanto è avvenuto.

ORE 7,15 - I carabinieri hanno lasciato l'Hotel Londra così come ha fatto anche il magistrato. All'interno sono rimasti un uomo e una donna che hanno chiuso la porta scorrevole dell'ingresso dove sono evidenti i segni del lavoro della Scientifica. La porta potrebbe essere stata forzata perché per richiuderla è stato necessario un intervento manuale. Con ogni probabilità i militari dell'Arma e il sostituto procuratore Andrea Trucano sono ora all'interno del comando provinciale dei Carabinieri di piazza Vittorio Veneto per interrogare la persona sospettata

ORE 6,47 - Ci sarebbe un sospettato per la morte del portiere dell'Hotel Londra. Al momento non sarebbe in stato di fermo: dovrà essere sentito a breve da magistrato e carabinieri. Non si conoscono altri particolari, così come non si conosce il movente della violenta aggressione.

ORE 6,37 - I carabinieri sono ancora all'interno della struttura alberghiera insieme al magistrato Trucano. Pochi minuti fa, hanno sequestrato le immagini del circuito di videosorveglianza dell'hotel. La scientifica sta rilevando impronte anche sulla porta principale dell'edificio all'interno del quale sono stati posizionati i numeri e le lettere che evidenziano i punti più rilevanti: serviranno a ricostruire i fatti. 

ORE 6,22 - L'aggressione è avvenuta, con tutta probabilità, nella hall dell'hotel dove ora si nota una grossa macchia di sangue. La Scientifica dei carabinieri sta effettuando i rilievi coordinati dal sostituto procuratore Andrea Trucano ancora sul posto.

ORE 5,40Un uomo è stato ritrovato senza vita all'interno dell'Hotel Londra di corso Felice Cavallotti. Secondo una prima - ma ancora frammentaria - ricostruzione, si tratterebbe di una morte violenta sulla quale stanno indagando gli inquirenti e i carabinieri. All'interno della struttura (in questo momento, ore 5,40) ci sono tutti i reparti dell'Arma compresa la Scientifica e il magistrato.

LE IMMAGINI DEI RILIEVI DEI CARABINIERI

La vittima sarebbe il portiere dell'hotel. Il fatto è avvenuto nel cuore della notte e a dare l'allarme è stato un passante che, dalle vetrate, ha notato il corpo dell'uomo riverso a terra.

Articolo in aggiornamento

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Pontestura in lutto: muore mamma di 41 anni

18 Maggio 2022 ore 15:57
.