Venerdì 07 Agosto 2020

Industria

Guala Closures: business resiliente al covid-19

Limitato il calo dei ricavi al 3.2% a cambi costanti grazie alla positiva performance delle Americhe e diversificazione del portafoglio prodotti

Guala Closures: menzione speciale per le strategie di internazionalizzazione

ALESSANDRIA - Il Consiglio di Amministrazione di Guala Closures - leader mondiale nella produzione di chiusure di sicurezza per alcolici e in alluminio per vino, uno dei maggiori attori mondiali nella produzione e vendita di chiusure in alluminio per l’industria delle bevande, si è riunito nei giorni scorsi per un aggiornamento sugli impatti Covid-19. Sono stati illustrati al consiglio i risultati preliminari, non ancora auditati, ottenuti alla fine del primo semestre in termini di fatturato e Posizione Finanziaria Netta.

Nel primo semestre il Gruppo ha registrato ricavi netti pari a circa 272,3 milioni di euro a cambi correnti (-6.4% al primo semestre 2019) e 281.8 milioni di euro a cambi costanti (-3.2%). Il buon risultato del fatturato è stato ottenuto grazie alla forte resilienza del business, alla diversificazione geografica, di prodotto e dei clienti (sia servendo i primi 20 clienti globali sia i numerosi clienti regionali e locali dove il gruppo è presente), rendendo la società meno esposta ai mercati asiatici e al global travel retail.

Le Americhe, a cambi costanti, hanno contribuito positivamente, continuando l’ottima performance già registrata nel primo trimestre. Invece, ad impattare negativamente il fatturato sono stati principalmente il mercato asiatico e nello specifico l’India, dove il governo ha imposto un lockdown per quasi tutto il mese di aprile, e il mercato britannico, maggiormente dedicato a brands globali e al mercato dei duty free.

Al 30 giugno 2020, il debito finanziario netto è risultato pari ad 483,3 milioni, in calo rispetto al primo trimestre 2020 (490,1 milioni) e al primo semestre 2019 (486,2 milioni), dimostrando il forte focus del management sulla generazione di cassa mediante una gestione attenta del Working Capital e degli investimenti.

Eccellente l'applicazione di tutte le procedure preventive e di sicurezza adottate nelle 29 fabbriche nel mondo che hanno garantito il grande coinvolgimento e supporto di tutto il personale operativo.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.