Venerdì 18 Settembre 2020

La Regione

Sisma in Piemonte, nessun danno

Il presidente Cirio: “Controlli in atto, seguiamo l’evolversi della situazione”

Sisma in Piemonte, nessun danno

ALESSANDRIA - La Protezione civile della Regione Piemonte segnala che al momento non sono pervenute segnalazioni di danni alle persone e alla cose in seguito alle scosse di terremoto che si sono registrate in mattinata prima tra le province di Cuneo e Asti (magnitudo 3.1 con epicentro al 12 km di profondità tra Neive e Coazzolo) e poi in provincia di Alessandria nella zona di Borghetto Borbera (magnitudo 2.6).

"Stiamo seguendo con attenzione l’evoluzione dell’evento, che al momento fortunatamente non presenta particolari criticità. Continuiamo a monitorare la situazione" sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Protezione civile, Marco Gabusi.

Per quanto riguarda la scossa in val Borbera, l'Invg – l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia – spiega che l'epicentro è stato registrato alle 8.59 nei pressi delle frazioni di Roncoli, Persi e Cerreto Ratti, a una profondità di 9 chilometri. La Protezione civile provinciale riferisce che non è pervenuta alcuna segnalazione di danni a cose o persone. Lo scorso 15 gennaio una scossa sismica di magnitudo 1,8 era stata registrata a Garbagna, a pochi chilometri di distanza. Complice l'orario (le 23.53) e la bassa intensità, non era stata avvertita dalla popolazione.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il caso

Medico positivo va al lavoro? Ospedale
in subbuglio

11 Settembre 2020 ore 16:16
Casale 

Uccide il padre
e gli dà fuoco, confessa
il 23enne

07 Settembre 2020 ore 20:21
.