Giovedì 26 Maggio 2022

RSA

Alessandria: quali risposte per la cura degli anziani nel post-pandemia?

Alessandria: quali risposte per la cura degli Anziani nel post-pandemia?

La vita di anziani e caregiver durante la pandemia è stata segnata anche dalla chiusura delle RSA verso i nuovi ingressi e dalla difficoltà ad accedere ai servizi assistenziali e di cura per i propri cari.

L’indagine condotta dal CENSIS, per esempio, testimonia come, in 7 casi su 10, siano famiglie e caregiver informali a occuparsi di anziani e disabili, nella loro quotidianità.

Ma il Gruppo Edos, con all’attivo 16 strutture in 5 regioni, e presente in provincia di Alessandria con RSA San Francesco, a Castellazzo Bormida, ha lanciato un’iniziativa speciale per rispondere concretamente alle esigenze di cura dei più fragili.

La speciale iniziativa “Benessere”: quando il movimento è parte integrante della qualità di vita

Un progetto che punta ad aumentare la qualità di vita di ogni Ospite, attraverso il movimento e che si compone di ben otto settimane di fisioterapia integrativa gratuita per tutti i nuovi ingressi.

Questa è la promozione che RSA San Francesco dedica a tutti i nuovi Ospiti che decideranno di affidarsi con fiducia alle cure offerte dalla Residenza: nello specifico, due sedute settimanali di fisioterapia individuale, integrative rispetto a quanto previsto dalla normativa e incluse gratuitamente nella retta, per un periodo complessivo di otto settimane e per un totale di 16 sedute. La promozione è valida per gli ingressi che avverranno entro il 31 marzo, sia in regime convenzionato che privato.

Rsa San Francesco: cure dolci e all’avanguardia per gli ospiti più fragili

Il progetto “Benessere” nasce proprio in RSA San Francesco che, con i suoi 65 posti letto accreditati da Regione Piemonte, accoglie e cura persone over 65 con diversi gradi di non autosufficienza, così come chi necessita di soggiorni definitivi o temporanei, periodi di sollievo o per la convalescenza post-ospedaliera. Infatti, il focus di questa RSA del Gruppo Edos è l’assoluta personalizzazione dei suoi servizi, in base alle necessità di ogni Ospite, dedicandosi a differenti gradi di non autosufficienza, tra cui patologie degenerative cerebrali - demenza senile e Alzheimer senza wandering - grazie a un’équipe multidisciplinare che fornisce assistenza continua e qualificata, coadiuvata da un ricco programma di attività ricreative e riabilitative giornaliere, oltre alle Terapie Non Farmacologiche.

Riaprire le porte delle Rsa: un dovere sociale

Riaprire in sicurezza le porte delle RSA è stato un obiettivo perseguito da Edos fin dall’inizio della pandemia, per rispondere alle tante situazioni di bisogno dei più fragili. Per questo, il Gruppo ha ideato - e attivato in tutte le sue Residenze - il progetto “RSA Sicura”: più di un milione e 700mila DPI utilizzati solo nei primi mesi dell’emergenza, un team di oltre 1500 persone impegnate quotidianamente in cura e assistenza, oltre 98% di vaccinati sui vaccinabili, attività riviste e spazi ripensati sulla base di una nuova quotidianità.

A questo si aggiungono tante modalità di visita alternative come le "Stanze delle Carezze", che hanno permesso agli anziani di tante Rsa di restare vicini ai propri cari nonostante l’emergenza, e la terza dose booster ormai somministrata in tutte le Residenze, a personale e Ospiti.

Rsa San Francesco è in Via Spalto Magenta 41 a Castellazzo Bormida (AL). Per saperne di più sulla Residenza e sulla promozione “Benessere” chiama l’800 96 61 59, scrivi a assistenzaclienti@edossrl.it o visita questo link.