Lunedì 08 Agosto 2022

Politica

Stoccate della Lega, Abonante il bersaglio

Il Carroccio: "Il campo largo a Roma è finito, qui è un'armata Brancaleone"

14 Luglio 2022 ore 15:04

roggero-cuttica

I leghisti Roggero e Cuttica poco prima del consiglio comunale di lunedì

ALESSANDRIA - Non si fa attendere la risposta della Lega, dopo le rimostranze mosse dal nuovo sindaco di Alessandria, Giorgio Abonante, circa iniziative della presente amministrazione.


“Quanto nervosismo e quanto rancore nelle prime dichiarazioni del nuovo sindaco di Alessandria - si legge in una nota del Carroccio - Ci permettiamo di ricordargli che evidenziargli la necessità di non fermare progetti importanti come la Coesione Territoriale, e di dotare il comune di adeguate competenze dirigenziali significa fare politica al servizio della città. Parlare di ‘centrodestra degli insulti e del dileggio sistematico degli avversari politici’ ci sembra quanto meno fuori contesto”.

Abonante: "Il centrodestra non produca danni alla comunità"

Il sindaco risponde a Cuttica di Revigliasco e alla Lega sui bandi per i nuovi dirigenti comunali

Fronte Amag

“Anche sul fronte Amag, posta la necessità di massima trasparenza che la Lega ha sempre praticato e difeso, forse un po’ meno di eccitazione a mezzo stampa sarebbe consigliata - si legge ancora -  Certamente non lo abbiamo evidenziato abbastanza in campagna elettorale, ma la giunta Cuttica ha scelto anche su questo fronte la massima correttezza, prevendendo i bandi per il rinnovo del management nel post elezioni, laddove, nel 2017, il centrosinistra dell’attuale sindaco, all’epoca proprio assessore alle partecipate, scelse di ‘blindare’ i propri manager con onerosi contratti in scadenza oltre due anni dopo le elezioni comunali.  Questo non è dileggio, signor Sindaco: sono fatti, e cercare di ribaltare la realtà, raccontandola capovolta, è operazione propagandistica che rischia di infrangersi di fronte ai primi ostacoli autunnali”.

Verso Roma

La nota della Lega si chiude con uno sguardo a Roma: “Il campo largo  sbandierato ad Alessandria dal leader Pd Letta pare morto nella culla, con il paradosso che invece, qui da noi rischia di trasformarsi in un’armata Brancaleone che va dai grillini ad Azione, e che temiamo davvero possa mettere a rischio il futuro della città, e i tanti progetti concreti che la Giunta Cuttica ha avviato, e meritano di essere concretizzati. Non per far contenta la Lega, ma per il bene di tutta la comunità alessandrina”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Incidente: muore Marco, il fratello di Simone Breggion

06 Agosto 2022 ore 09:04
.