Martedì 09 Agosto 2022

Alessandria

Depuratore degli Orti, 6 milioni per il potenziamento

Amag Reti Idriche presenta i lavori nel sito alle porte della città

30 Maggio 2022 ore 14:22

di Marcello Feola

amag-reti-idriche-depuratore-orti-alessandria-acqua

Alfonso Conte, amministratore unico di Amag Reti Idriche, affiancato da dirigenti e tecnici ha illustrato le migliorie apportate all’impianto del depuratore degli Orti e ha presentato quali saranno i prossimi passi di un percorso finalizzato ad azzerare l’impatto ambientale.

“Gli abitanti e le attività economiche di Alessandria scaricano giornalmente 16.500 metri cubi di acque reflue nel sistema fognario che vengono depurate e restituite all’ambiente presso l’impianto di depurazione localizzato sul fiume Tanaro, presso il ponte Forlanini. Per gli alessandrini è il ‘depuratore degli Orti’, costruito negli anni Settanta. La depurazione è la fase finale del ciclo di gestione delle acque, poco visibile ai cittadini, ma assolutamente fondamentale per tutelare l’ambiente e la salute pubblica. Per questo Amag Reti Idriche è impegnata in un’opera di adeguamento e potenziamento del sito, che oggi può servire 110.000 Abitanti Equivalenti. E lo fa utilizzando tecnologie innovative - come i cicli alternati in reattore unico - mirando al massimo efficientamento energetico. Grazie ai recenti interventi, sono stati inoltre eliminati gli odori sgradevoli. L’importo totale dei lavori già realizzati e in corso ammonta a poco meno di 6 milioni di euro, per l’esattezza 5.942.450,49 euro. Un investimento considerevole, a vantaggio della nostra comunità e dell’ambiente. La gratitudine va al personale di Amag Reti Idriche che ha lavorato con passione e competenza per trasformare il progetto in realtà”.

Oltre al rispetto dei requisiti normativi, l’impianto conseguirà importanti obiettivi di sostenibilità ambientale:

  • azzeramento delle emissioni odorigene data la vicinanza dell’impianto alla Città e la presenza di strade di grande comunicazione a ridosso dell’impianto
  • massimo abbattimento degli inquinanti al fine di ridurre al minimo l’impatto sul fiume Tanaro
  • definizione qualitativa dei rifiuti prodotti dall’impianto di depurazione al fine di consentirne il recupero
  • efficientamento dei processi per contenere il consumo di energia elettrica, prodotti chimici e quindi le emissioni di Co2
  • aumento della sicurezza idraulica della città di Alessandria in caso di forti precipitazioni meteo e piene dei fiumi Tanaro e Bormida

 

Amag Reti Idriche, riammodernato il depuratore di Alessandria-Lobbi

Una spesa di oltre 900mila euro per servire 6mila Abitanti Equivalenti


I lavori già realizzati


Quali le opere già realizzate?

  • Demolizione e costruzione delle nuove vasche di trattamento biologico a cicli alternati in reattore unico e ampliamento dei bacini di sedimentazione delle linee 3 e 4
  • Rete di distribuzione dell’aria alimentata da compressori di ultima generazione ad alta efficienza per tutte e quattro le linee di trattamento
  • Sostituzione e implementazione delle reti di ossidazione delle linee 1 e 2 trasformando le precedenti vasche nitro/denitro in vasche di trattamento a cicli alternati in reattore unico
  • Gestione computerizzata dei processi biologici
  • Inoculo di batteri specifici che ottimizzano i processi biologici e abbattono le emissioni odorigene tramite un processo brevettato
     


I lavori in corso nel 2022


Il sollevamento iniziale attualmente in funzione verrà affiancato da un nuovo impianto di sollevamento, ora in costruzione, che consentirà di:

  • aumentare il volume di refluo trattato dall’impianto in caso di pioggia
  • rispettare le prescrizioni degli Organi di Controllo in tema di trattamenti primari in quanto dotato di grigliatura grossolana (20 mm) e fine (5 mm) con positivi effetti ambientali
  • azzerare l’impatto ambientale in quanto completamente sotto suolo e dotato di un sistema di captazione e trattamento dell’aria
  • aumentare la sicurezza idraulica della città di Alessandria grazie ad una maggior capacità di pompaggio e al controllo da remoto dei sollevamenti fognari
  • garantire il continuo funzionamento dell’impianto

Amag Reti Idriche, conclusi i lavori
al depuratore degli Orti

Nel fine settimana molto contenuto l’impatto dello scarico sul corpo idrico del Tanaro


Questi lavori sono in corso e si prevede verranno conclusi nel mese di ottobre 2022.


I lavori futuri 

Non solo: Amag Reti Idriche prevede di sviluppare ulteriori progetti per potenziare il depuratore:

  • candidatura nell’ambito del Pnrr Linea Fanghi di un progetto per l’efficientamento dell’attuale processo di trattamento dei fanghi di supero attraverso l’incremento della quantità di sostanza secca; uno dei vecchi biodigestori sarà utilizzato per la stabilizzazione fanghi areata
  • impianto di sanificazione dei reflui a raggi UV che sostituirà l’utilizzo del cloro, dannoso per l’ambiente
  • incremento delle professionalità presenti nel reparto, quali la biologa di processo in tirocinio formativo
     

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Incidente: muore Marco, il fratello di Simone Breggion

06 Agosto 2022 ore 09:04
Campionato dal 4 settembre

L'unica certezza è l'inizio del campionato spostato in avanti di una settimana

Calcio - Serie C

Campionato dal 4 settembre

09 Agosto 2022 ore 14:58

.