Sabato 02 Luglio 2022

Virus - L'analisi

«Calo sempre più deciso: Alessandria scende sotto quota 100»

Le consuete valutazioni di Carluccio Bianchi, docente dell'Upo

virus-l'analisi-coronavirus-carluccio bianchiupo

Le cose continuano a migliorare, sotto tutti i punti di vista. Perché quest’ultimo aggiornamento della settimana sui dati Covid non fa altro che confermare i progressi - ulteriori - già evidenziati in precedenza. A livello di contagi, ma anche in materia di sistema sanitario.

È quanto emerge dalle consuete valutazioni di Carluccio Bianchi, docente di Macroeconomia dell’Upo, secondo il quale «il calo dei nuovi casi è sempre più deciso, con Alessandria che fa registrare numeri veramente eccellenti. E ottime notizie arrivano anche dagli ospedali, dove diminuiscono i ricoveri, così come si riducono ancora i decessi».

Partiamo, come sempre, dall’incidenza dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti.
In testa alla classifica c’è l’Italia, a quota 254 ma con una riduzione pari al 32%, mentre la Lombardia è seconda a 201 e meno 34%. «Molto bene il Piemonte, terzo, a 198 e meno 39% - aggiunge Bianchi - ancora meglio la nostra provincia, che chiude il gruppo con 163 e un decremento addirittura del 43%».
La migliore realtà regionale resta Novara, 130, la peggiore Biella, 264.

Per quanto riguarda i numeri assoluti, il Piemonte passa da 13881 a 8483 contagi settimanali, quindi 5398 in meno e 1212 al giorno di media.
«Torino aumenta il proprio contributo, perché ora pesa per il 55%, ma in realtà si tratta di una discesa meno convinta. Cuneo era al 14% e ora è al 13%, Alessandria rimane invece all’8%».

Ampiamente promosso, come già anticipato, è il sistema sanitario: i ricoveri ordinari scendono da 515 a 348, 167 in meno, e il tasso di occupazione raggiunge il 5,1%, molto meno del 7,6% precedente. «In questo quadro continuano a oscillare soltanto le terapie intensive - osserva il professore - che oggi sono a quota 17, mentre venerdì scorso erano a 20. Giriamo sempre intorno a questa cifra, ma i valori sono comunque bassi, l’indice di saturazione è al 2,7% e sono convinto che si possa ancora migliorare. Molto bene il tasso di positività, che scende di ben oltre tre punti percentuali. Oggi siamo al 7,6%, sette giorni fa all’11%».

Notevole pure la riduzione dei decessi, 12 in meno rispetto a venerdì: da 26 si scende infatti a 14.
Chiusura, come sempre, dedicata alla provincia di Alessandria, con i contagi che erano 1170 e che diventano 666, quindi 504 in meno.
«Siamo a 95 casi medi al gioro, un dato eccellente, perché per la prima volta dopo tantissimo tempo scendiamo sotto quota cento. Per ritrovare numeri simili, bisogna tornare indietro al 20 dicembre 2021».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo spoglio

Giorgio Abonante
nuovo sindaco di Alessandria

27 Giugno 2022 ore 00:14
.