Giovedì 29 Settembre 2022

Calcio - Serie B

"Questa Alessandria è viva"

Longo: "Giocarci i playout con il Vicenza era una delle situazioni possibili. E lo faremo davanti alla nostra gente"

30 Aprile 2022 ore 22:29

di Mimma Caligaris

Longo

Le proteste per l'intervento falloso su Parodi di Vazquez, ma né arbitro né Var vogliono ascoltare (foto Ilaria Cutuli)

PARMA -  L'Alessandria è viva". E, dunque, niente toni dimessi, neppure nelle domande. Niente pensieri negativi. Niente facce preoccupate. Longo vuole un altro atteggiamento, da parte di tutti. E tutti sono giocatori, staff, società, tifosi, giornalisti, città. E' la strategia del condottiero, che non vuole alibi e tiene distanti i sospetti.

Il tecnico, lo staff, alcuni giocatori, restano in campo dopo il triplice fischio. "Era giusto aspettare, perché siamo legati anche ai risultati degli altri". Sicuramente sente anche lui quell'urlo dalla tribuna, dove è la dirigenza grigia, quel "Nooo" che esce strozzato.

Alessandria, il pareggio sposta il verdetto all'ultima

Vantaggio di Palombi, pareggio di Pierozzi, ma il Vicenza vince al 102' e il Cosenza pareggia. Corsa a 3 il 6 maggio

Longo resta lucido e fermo nelle sue idee, sa bene che la preparazione della sfida con il Vicenza è già iniziata. "Fra le situazioni possibili c'era anche la possibilità di lottare per l'accesso ai playout con il Vicenza. L'atteggiamento mentale non è cambiato: siamo pronti e abbiamo voglia di giocarci questa epilogo nello scontro diretto e davanti ai nostri tifosi. Lo facciamo con positività e fiducia, perché  la squadra ha dimostrato di essere in salute, viva e con una identità precisa"

Parma Alessandria

"Tatticamente perfetti"

E con intuizioni tattiche su cui il tecnico lavorerà. Come quella di Casarini su Vazquez, che ha funzionato, soprattutto nel primo tempo, in cui l'uomo migliore, in questa annata, del Parma è stato neutralizzato. "Tatticamente la squadra è stata perfetta, le scalate hanno tolto fonte di gioco al Parma, che quando, poche volte, è riuscito a salire lo ha fatto grazie a giocatori che hanno qualità da serie A. La perfezione ci è mancata, però, nei dettagli". Soprattutto nelle palle inattive, in particolare nell'azione del pareggio.  "L'1-1, nell'unico tiro in porta del primo tempo, nasce da una nostra disattenzione: abbiamo perso due volte l'avversario, sulla torre e sul tapin. Questa è l'attenzione, che deve fare la differenza, perché ci si gioca tanto" Anche, soprattutto, punti per la salvezza.

"Con il Vicenza il Moccagatta sarà una bolgia"

Gli oltre 700 al 'Tardini' ancora una volta oltre la combinazione dei risultati, e al fianco della squadra

Una stoccata, pacata, ad arbitro e Var, sull'episodio del raddoppio, che ha fatto alzare il tono delle protesta. "Non sto a sindacare se c'era fallo o meno su Parodi, la certezza è che non ha potuto lavorare in marcatura perché è finito per terra, altrimenti quella palla gol per Vazquez non sarebbe neppure esistita". L'attenzione, adesso, è sulla squadra: da sostenere, per la prestazione che ha fatto, "per il coraggio, la personalità, la veemenza con cui ha cercato e trovato il pareggio. Un pari per nulla scontato, contro un Parma voglioso di fare risultato. Molto più oggi che in altre gare". Puntualizzazione che dice tanto.

Parma Alessandria

Gioco corale

Pareggio che "dà morale per venerdì", due gol risultato della manovra corale: nella lista di quello che ha funzionato sono ai primi posti. "Giocate di grande qualità: la squadra ha tenuto bene il campo, con personalità, con una identità aggressiva e propositiva. L'Alessandria è molto cresciuta in questa fase finale, 8 punti in 4 gare per essere qui a giocare questa opportunità, senza contare i due persi con la Reggina. Il nostro percorso ora ci dice che dobbiamo giocare questa partita bella, davanti alla nostra gente per conquistare i playout e lo faremo con grande spirito". Con i gol che fanno morale, per Palombi e Pierozzi, e con il dubbio di Mattiello, "che valuteremo nei prossimi giorni per capire se sarà recuperabile". Ma è tutto il gruppo che conterà, con i tifosi: fino all'ultimo secondo dell'ultima sfida

Pierozzi lascia il segno. Mantovani si perde Cobbaut

Positivo anche l'impatto di Palombi. Marconi, invece, fa sportellate, ma poca sostanza

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Casale, incidente in zona industriale: un morto e un ferito

20 Settembre 2022 ore 22:01
borghetto borbera

Anche la val Borbera in lutto per la morte di Stefano Sutter

19 Settembre 2022 ore 06:15
.