Martedì 18 Maggio 2021

Calcio - Grigi

"Abbiamo con noi tutta la voglia del popolo grigio"

Luca Parodi: "Siamo abituati a correre". Il messaggio della Brigata Parterre

"Abbiamo con noi tutta la voglia del popolo grigio"

Parodi: "Per la rimonta una sola strada: vincere"

ALESSANDRIA - "E' vero, a Como sarà una gara importantissima, ma ci siamo arrivati per abbiamo affrontato tutte quelle precedenti come finali". La rimonta dell'Alessandria è nella sintesi, efficace, di Luca Parodi. "Abbiamo dimostrato di saper reggere un ritmo alto: non abbiamo fatto calcoli, una gara alla volta, consepevoli che un ostacolo superato ci avrebbe permesso di affrontare quello successivo". Fino alla sfida di domenica, che ha un peso diverso, inutile negarlo. "Però, insisto, l'abbiamo preparata come sempre, con la cura meticolosa dei dettagli: può bastarne uno per fare la differenza. Tanto lavoro sul campo, tanta attenzione all'atteggiamento: Longo ci parla del Como, come ci aveva parlato di Renate, Pro Vercelli e delle altre avversarie. Non ci può essere un cambio di approccio se quello che abbiamo avuto fino ad ora in settimana ha funzionato".

Con il calore dei tifosi, che si respira in una città colorata di grigio e che arriva fino alla Michelin. "E' bello sapere di avere un popolo al nostro fianco, che come noi vuole un grande traguardo. Sentiamo l'affetto, l'appartenenza, sappiamo cosa la gente ci chiede e la spinta che ci sta dando. Non è pressione e peso, anzi, è responsabilità e stimolo in una partita che si motiverebbe comunque da sola". Il Como ha due risultati su tre. "Non credo che i nostri avversaria facciano questi conti, non a questo punto della stagione".

"REGALATECI UN SOGNO"

Da 46 anni "siamo in ostaggio di questo pantano. Adesso è il momento in cui possiamo veramente vivere il presente reale e non più un futuro immaginario". Lo scrive la Brigata Parterre. "Adesso è il momento della battaglia, il momento in cui ognuno di noi tifosi è convinto di poter trasmettere a chi rappresenterà i nostri colori quel senso di appartenenza che, nonostante un calcio sempre più malato, risiede fortemente nelle nostre anime".

Parole dirette ai giocatori. "Adesso tocca a voi regalarci un sogno, un risveglio da un sonno troppo lungo anche per chi non ha mai smesso di crederci. Adesso è il momento. Portateci là e noi vi renderemo immortali. Fatelo e fatelo adesso".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.