Martedì 18 Maggio 2021

Ambiente

Il Cristo è solidale: «Grande risposta, ma è solo l’inizio»

Raccolta rifiuti: partecipazione convinta del rione all’iniziativa voluta dall’associazione Plastic Free. «Il prossimo obiettivo è arrivare nelle scuole»

Il Cristo è solidale «Grande risposta, ma è solo l’inizio»

I protagonisti della giornata ecologica

ALESSANDRIA - Nel corso della mattinata di domenica 18 aprile, si è svolta nel rione Cristo la raccolta di plastica e rifiuti urbani abbandonati, organizzata dall’associazione Plastic Free. L’attività ha fatto parte di una serie di 160 iniziative svoltesi nello stesso giorno in tutta Italia.

Insieme per l’ambiente

L’obiettivo era fissato. Liberare il territorio nazionale da almeno 100mila kg di plastica abbandonata, sommando il contributo di ognuna delle raccolte. All’iniziativa hanno fornito un contributo significativo anche numerosi volontari alessandrini, che di prima mattina si sono radunati in via Bonardi e hanno iniziato a darsi da fare, come dimostrano le immagini scattate da Marco Cermelli, titolare dell’agenzia di comunicazione Effetto Farfalla. La raccolta dei rifiuti abbandonati ha interessato le aree adiacenti a via Bonardi, incluso il parco “Tonelli Annalena” e i giardini “Maestri Ottavio”, per un periodo di circa due ore. Al termine della raccolta, Amag Ambiente si è resa disponibile per il ritiro dei rifiuti che i volontari hanno differenziato in “solo plastica” e “indistinto”.

Le prima parole della referente di zona Valentina Leardi, che hanno aperto di fatto le operazioni sono state: «Questa è la prima volta che l’iniziativa si svolge in Alessandria, ma vista la grande risposta non sarà di certo l’ultima! L’associazione Plastic Free si sta impegnando non solo organizzando eventi di raccolta, ma anche operando affinché l’educazione al rispetto dell’ambiente arrivi anche nelle scuole». All’evento ha preso parte attiva anche l’assessore comunale con delega alle politiche giovanili e manifestazioni, Cherima Fteita. La raccolta alessandrina è stata successivamente salutata dall’attivista statunitense Edgar McGregor, che sul suo account Twitter segnala al mondo iniziative di questo genere, in modo che possano a loro volta ispirarne delle altre.

Tanti i progetti

La prossima iniziativa organizzata da Plastic Free nel territorio alessandrino è pianificata per l’8 maggio a Pozzolo Formigaro. L’iscrizione all’evento come volontari si può già effettuare sul sito www.plasticfreeonlus.it. Inoltre, è in fase di definizione l’appuntamento successivo che, salvo imprevisti, sarà fissato per il 23 maggio, con l’obiettivo di rimuovere i rifiuti abbandonati in uno dei tratti di argine del fiume Bormida o del fiume Tanaro.

Iniziative globali

Nel mondo si stanno moltiplicando le iniziative che, partendo soprattutto da giovani attivisti, innescano una massiccia adesione e contribuiscono a raggiungere risultati significativi. Ne è un esempio la storia di Nadia Sparkes, studentessa tredicenne di Norwich, in Inghilterra, bullizzata dai suoi coetanei perché ogni giorno, andando e tornando da scuola, si adoperava per raccogliere i rifiuti abbandonati. Derisa e marchiata con il nomignolo di “Trash Girl”, Nadia non si è lasciata intimidire e frenare, evidente segnale che la consapevolezza e la forza di volontà non si possono sradicare neanche con le minacce. Ha così fondato il gruppo “Team Trash Girl” su Facebook, invitando e incoraggiando le persone a raccontare e postare le loro storie sulla raccolta dei rifiuti abbandonati.

In vista della giornata mondiale della Terra, che come ogni anno si celebra il 22 di aprile, anche i cittadini alessandrini hanno dato il loro contributo di amore per la tutela dell’ambiente.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.