Mercoledì 02 Dicembre 2020

Alessandria

Sulla Carta di Identità l’occasione per optare a favore della donazione di organi

Carte di Identità Elettroniche, un’ora al giorno per il rilascio senza appuntamento

ALESSANDRIA - Nei prossimi giorni verranno inviate da parte dell’Amministrazione Comunale delle lettere indirizzate ai cittadini alessandrini la cui Carta di Identità scade nel 2020 e può essere rinnovata nel corso degli ultimi sei mesi di validità. La comunicazione, a firma del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e dell’assessore ai Servizi Demografici Cinzia Lumiera, fornirà utili indicazioni sulla procedura per l’ottenimento – previo appuntamento collegandosi al link https://portale.comune.alessandria.it – della nuova Carta di Identità che, in formato elettronico, avrà validità decennale con estensione alla data del compleanno successivo.

Ma ci sarà anche la possibilità, da parte di ogni cittadino maggiorenne in occasione del rilascio e rinnovo della Carta di Identità elettronica, di esprimere la propria volontà in merito alla donazione di organi e tessuti a scopo di trapianto terapeutico, facendo registrare il proprio consenso o diniego oppure scegliendo di rimandare la decisione ad altro momento (in tutti i casi è prevista la firma di un apposito modulo).

La scelta di donare sarà inserita nel database del Ministero della Salute che potrà essere consultato, dopo il decesso, dai medici autorizzati del Coordinamento Regionale Trapianti. È in ogni caso possibile cambiare la propria decisione in qualsiasi momento, recandosi presso la sede Asl autorizzata (www.donalavita.net/sportelli_asl_piemonte).

L’Assessorato comunale ai Servizi Demografici, guidato da Cinzia Lumiera, è particolarmente attivo su questi ambiti tematici e lo scorso 29 gennaio ha, tra l’altro, promosso un evento formativo al Palazzo Comunale – rivolto ai diversi Ufficiali di Anagrafe operanti non solo presso gli Uffici Comunali di Alessandria, ma anche nei diversi Comuni della Provincia – denominato “Una Scelta in Comune”.

La “scelta” è proprio quella che le lettere che verranno recapitate nei prossimi giorni evidenziano: una “scelta” che, in coerenza ai dispositivi normativi in vigore, identifica i Comuni italiani quale ulteriore luogo ove offrire la possibilità al cittadino di registrare la propria volontà in ordine alla donazione “post-mortem” in sede di rinnovo/rilascio del documento di identità.

Nella comunicazione istituzionale che verrà fatta pervenire agli interessati nei prossimi giorni, l’Amministrazione Comunale fornirà – d’intesa con il Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti della Regione Piemonte e della Regione Valle d’Aosta – una serie di motivazioni e chiarimenti sull’opportunità di optare per la donazione di organi e tessuti.

Perché donare i propri organi?
Ogni anno, grazie al trapianto, migliaia di persone trovano una cura efficace e tornano a una vita piena. Chi ha ricevuto un trapianto può riprendere la propria vita, tornare a fare sport e avere dei figli.

Quando avviene la donazione di organi?
In caso di morte encefalica: quando, pur avendo il cuore che batte, si constata che l’encefalo non funziona più e non potrà mai più funzionare a causa della distruzione delle cellule cerebrali.

Quali organi e tessuti possono essere donati?
Organi: cuore, polmoni, fegato, pancreas, reni e intestino.
Tessuti: cornee, cute, ossa, tendini, cartilagini, valvole cardiache e vasi sanguigni.

I pazienti pagano per ricevere un organo?
È illegale comprare o vendere organi umani. La donazione è un gesto di grande valore sociale, gratuito e anonimo. I costi del trapianto sono a carico del Servizio Sanitario.

Le religioni sono favorevoli alla donazione?
In Italia nessuna confessione religiosa è formalmente contraria alla donazione di organi; anzi, in molte la sostengono e la incoraggiano.

Fino a quale età si possono donare organi e tessuti?
Per i reni e il fegato non esistono limiti di età: i trapianti con organi di donatori 80enni danno ottimi risultati. La moderna trapiantologia utilizza il cuore da donatore di età non superiore ai 60 anni. Le cornee possono essere donate fino a 75 anni, la cute fino a 78.

Il Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di Organi e Tessuti della Regione Piemonte e della Regione Valle d’Aosta (CRP), parte integrante della Rete Nazionale Trapianti (di cui alla Legge n. 91/1999) dal settembre 2013, è Soggetto attivo nel sostenere e accompagnare i Comuni nel percorso di abilitazione delle Anagrafi Comunali per consentire agli Enti Locali – tramite l’approvazione di specifiche e obbligatorie Deliberazioni di Giunta, corsi di formazione e supporto alle relative campagne informative per la cittadinanza – di registrare, ai sensi di legge, le volontà donative e non-donative dei cittadini, nonché le modalità di acquisizione di tali registrazioni di volontà e il complessivo funzionamento della Rete Trapianti in Italia.

Il costo della Carta d’Identità Elettronica è di euro 22,21 (oppure euro 27,37 in caso di rilascio a seguito di smarrimento e/o deterioramento del documento precedente) ed è necessario presentarsi in Anagrafe personalmente, con una fototessera in formato cartaceo conforme agli standard Icao.

La Carta d’Identità Elettronica viene stampata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato e inviata, a mezzo posta raccomandata, entro cinque giorni lavorativi dalla richiesta.

Per ulteriori notizie o approfondimenti consultare il sito del Comune di Alessandria al link: www.comune.alessandria.it/servizi/anagrafe-e-stato-civile/anagrafe/carte-didentita e le pagine web agli indirizzi www.donalavita.net e www.trapianti.salute.gov.it.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

La curiosità

I The Show? Stanno girando i loro video da Casale

23 Novembre 2020 ore 17:23
Corazza torna in gruppo

Simone Corazza da oggi torna in gruppo (foto Ilaria Cutuli)

Calcio - Grigi

Corazza torna in gruppo

01 Dicembre 2020 ore 11:38

.