Domenica 31 Maggio 2020

Alessandria

Case di Riposo: al via i tamponi, focolai pericolosi

In città i numeri dei casi sospetti smentirebbero il sindaco Cuttica e l’assessore Ciccaglioni 

Case di Riposo: al via i tamponi, focolai percolosi

ALESSANDRIA - Rsa: le dichiarazioni del sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, e dell’assessore Piervittorio Ciccaglioni, sullo stato di grazia delle Case di Riposo alessandrine potrebbero non trovare riscontro nell’evoluzione degli ultimi giorni. A smentirle sarebbero i numeri forniti dall’Asl, e le numerose segnalazioni di famigliari e operatori. Sul punto, però,  il dibattito è acceso, anche con l’intervento dei sindacati. 

L’Asl interviene per chiarire un punto importante, vale a dire l’isolamento forzato degli ospiti nei confronti dei loro cari: “Non possiamo prescindere situazioni di sicurezza, che vietano i contatti con l’esterno. E questo a tutela della salute degli ospiti delle strutture”. 

L’arrivo del nuovo commissario ha portato alcune novità. Nelle scorse settimane, l’Asl si muoveva su segnalazione dei direttori delle strutture con l’aiuto infermieristico ed eseguendo il tampone sui casi sintomatici o sospetti. Da ieri, grazie anche alla disponibilità del laboratorio analisi dell’Azienda ospedaliera di Alessandria, verranno effettuati tamponi agli ospiti e agli operatori delle RSA della provincia. In un giorno 210 test, e si ricomincia domani (sabato). Si dovrebbe raggiungere il traguardo dei cento tamponi al giorno, “come linea dedicata alle strutture”. “In questo modo - spiegano - pensiamo di riuscire ad avere, nel minor tempo possibile, la situazione della provincia.  Ad oggi, diamo la precedenza a quelle strutture che presentano più criticità, e dove i medici sollecitano il nostro intervento. Abbiamo chiesto alle strutture di fare un piano di gestione Covid, e sulla base delle condizioni cliniche degli ospiti individuare un percorso per l’inserimento dei pazienti positivi o sospetti altrove”.

Qual è la situazione delle RSA alessandrine?

Case di Riposo Orchidea e Michel: nessun caso segnalato. 

Borsalino: un caso sospetto. Basile: tre operatori positivi. A Lobbi e al Platano dieci ospiti (ciascuna) che hanno accusato febbre, e che verranno sottoposti al tampone. 

Spinetta Marengo: domani (sabato) l’Asl eseguirà i tamponi a tutti gli ospiti e al personale della Casa di Riposo, due i casi sospetti.

Saranno comunque i risultati dei test a fotografare la situazione effettiva di tutte le strutture. 

Sezzadio: nei giorni scorsi, dalla Rsa (dove si registrano, purtroppo, 18 decessi) sono state trasferite cinque persone asintomatiche. Dopo alcuni giorni, alcune di loro, sono rientrate perché risultate positive. L’Asl specifica che i trasferimenti tra strutture sono avvenuti su accordo delle stesse.  

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

I medici e gli infermieri costretti
al silenzio

29 Maggio 2020 ore 08:24
.