Lunedì 26 Ottobre 2020

Economia

Bando pubblico per la selezione dei progetti di riqualificazione dei corpi idrici piemontesi

L'elenco degli interventi ammissibili e dei soggetti beneficiari. Domande entro il 6 aprile

Il fiume, i rischi  per la città e le nostre colpe

ECONOMIA - È noto che la riqualificazione delle zone perifluviali e perilacuali ha effetti positivi su molteplici ambiti ambientali, contribuendo a raggiungere un ecosistema naturale maggiormente equilibrato, aumentando la biodiversità e riducendo il rischio idraulico del territorio di riferimento. Con il presente bando la Regione Piemonte si propone di finanziare interventi di riqualificazione dell’ecosistema fluviale e lacustre piemontese al fine del mantenimento o recupero del buono stato di qualità delle acque superficiali e sotterranee. In particolare il bando fa proprie le finalità in materia di mitigazione e di adattamento ai cambiamenti climatici e promuove in tale ambito gli interventi raccomandati dalla Commissione europea.

Interventi ammissibili al finanziamento
Saranno ritenuti ammissibili i progetti che concorreranno all’attuazione delle seguenti misure chiave contenute nel PdG Po-2015, ovvero:

  • Riduzione dell'inquinamento dei nutrienti di origine agricola;
  • Miglioramento della continuità longitudinale (ad es. attraverso i passaggi per pesci, demolizione delle vecchie dighe ed opere trasversali);
  • Miglioramento delle condizioni idro-morfologiche dei corpi idrici, diverse dalla continuità longitudinale;
  • Miglioramento del regime di deflusso e/o definizione della portata ecologica;
  • Misure per aumentare l’efficienza idrica per l'irrigazione, l'industria, l'energia e l’uso domestico;
  • Misure per la ritenzione naturale delle acque.

Soggetti beneficiari
Tale bando è riservato ai seguenti Enti Pubblici:

  • Comuni, in forma singola o associata
  • Province
  • Città Metropolitana di Torino
  • Enti gestori delle aree naturali protette e aree Natura 2000, diversi dalla Regione Piemonte.

Sono esclusi dal finanziamento gli Enti di governo di Ambito Territoriale Ottimale (EgATO) per il servizio idrico integrato.

Risorse finanziarie
La dotazione finanziaria regionale prevista per l’attuazione del presente bando ammonta complessivamente ad 2.710.000 euro, somma totalmente a carico di fondi regionali. Il limite massimo finanziabile è fissato in 125.000 euro, compresa Iva, per progetto e per beneficiario.

Scadenza
Le domande dovranno essere presentate in modalità elettronica a partire dalla data di pubblicazione sul Bur della determinazione dirigenziale di approvazione del bando ed obbligatoriamente entro le ore 12 del giorno 6 aprile 2020.

Link

Per info
Lamoro scarl
via Leopardi, 4 – 14100 Asti
0141 532516
info@lamoro.it 

con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria