Lunedì 22 Luglio 2019

Almeno sei i locali derubati e vandalizzati al Cristo

Sono più i danni da scasso che il bottino racimolato in una sera di raid indisturbato al tra corso Acqui e via Maggioli. Parrucchieri e bar presi di mira

Almeno sei i locali derubati e vandalizzati al Cristo
ALESSANDRIA – Sarebbero almeno sei i locali del quartiere Cristo derubati e vandalizzati da alcuni ladri – sembra due – che in una sera hanno potuto agire pressoché indisturbati. DA corso Acqui a via Maggioli, la concomitanza di tante vetrine spaccate, porte scassinate e negozi messi a soqquadro farebbe pensare agli stessi malviventi che peraltro non avrebbero raggranellato granché, nonostante il gran numero di posti ‘visitati’.

“Mi hanno anche rotto una chitarra che avevo in negozio”, racconta Fabio Matranga (Fabio Acconciature) parrucchiere di via Maggioli, “Non avevo tirato giù la serranda perché mai avrei pensato di ricevere la visita dei ladri, non sono un gioielliere...”. Infatti il bottino, almeno da lui, è stato magro: qualche macchinetta tagliacapelli e poco altro. Sono più i danni da spaccata che da furto. Non è stato l’unico parrucchiere vittima del raid ladresco: il collega in via Campi e il salone Acconciature Numerò di corso Acqui. Il minimarket accanto a Matranga e i due bar praticamente di fronte, Ceriana e Des Amis. Anche da loro i ‘rotti’ sono stati più ingenti delle cose rubate. Colpiti locali con vetrine senza grate e porte con serrature non blindate: è probabile quindi che si tratti di ladruncoli. Che però sono riusciti ad agire di sera, neppure tanto tarda.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Tenta di investire il rivale in amore: ora è nei guai

12 Luglio 2019 ore 18:40
.