Mercoledì 18 Settembre 2019

Borsalino: chiesto nuovo concordato e aumento capitale. Arriverà l'ok del giudice?

Lo storico marchio Borsalino annuncia di avere depositato ricorso per l'ammissione della società alla procedura di concordato "'in continuità" basato anche su di un aumento di capitale riservato a Haeres Equita società di Camperio. Ora tocca al giudice e due sono le strade all'orizzonte per la Borsalino....

Borsalino: chiesto nuovo concordato e aumento capitale. Arriverà l'ok del giudice?
 ALESSANDRIA - La travagliata vicenda della Borsalino non sembra aver fine. Anzi sembra quasi che di anno in anno, si debba ricominciare tutto da capo. Così lo storico marchio, proprio in questi giorni, dopo i continui rinvii delle assemblee ordinarie e straordinarie dei soci, ha annunciato di aver depositato ricorso per l'ammissione della società alla procedura di concordato "'in continuità basato anche su di un aumento di capitale riservato a Haeres Equita srl e sospensivamente condizionato all'omologa. Il concordato è sostenuto da Haeres Equita", la società di Philippe Camperio, l’imprenditore italo-svizzero che ha affittato il ramo d’azienda ed è nei fatti il garante finanziario della procedura.

Procedura che ha già visto diversi colpi di scena da un paio di anni a questa parte: prima la richiesta di "concordato preventivo" a marzo 2016 inizialmente accettata e poi a fine anno la revoca di tutta la procedura da parte del giudice fallimentare Caterina Santinello (leggi qui tutto l'iter).

Unica possibilità lasciata aperta, quella di presentare un nuovo piano di concordato. Che è quello che è stato fatto ad oggi. E da qui in poi tutto dipende dalla decisione del giudice del Tribunale: se ammetterà il nuovo piano, che dovrà essere confermato anche dall'assemblea dei creditori, allora la Borsalino fusa con Haeres, potrà iniziare un nuovo capitolo della sua storia. Altrimenti, in caso contrario, quindi di una seconda bocciatura alle porte per lo storico marchio non ci sarebbe che il fallimento. E tutte le conseguenze e preoccupazioni del caso. Anche a livello locale nella storica sede di Spinetta Marengo. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Muore a 18 anni: dona cuore,
fegato e reni

14 Settembre 2019 ore 20:00
Spinetta

Bellavita: bimbo bloccato da bocchettone della piscina

10 Settembre 2019 ore 08:49
.