Martedì 17 Settembre 2019

Spalto Borgoglio e la zona piscina tornano ad essere invasi dagli scarafaggi: il video shock

A un anno preciso dall'ultima emergenza, con il tornare del caldo il problema si sta riproponendo esattamente identico, con gli abitanti che chiedono disperatamente aiuto: "la sera è impossibile uscire di casa, sono ovunque". A pochi passi dal Meier l'immondizia per strada aiuta la proliferazione di migliaia di grandi scarafaggi

Spalto Borgoglio e la zona piscina tornano ad essere invasi dagli scarafaggi: il video shock
ALESSANDRIA - Era il 1 giugno del 2016 la data del nostro ultimo articolo che denunciava una situazione insopportabile per i residenti di Spalto Borgoglio e della zona piscina, tanto che un anno fa ci fu chi decise di chiedere temporaneamente ospitalità a parenti e amici pur di non vivere più in mezzo a centinaia e centinaia di grandi scarafaggi neri, arrampicati sui muri delle abitazioni o ammassati lungo i marciapiedi (tanto da rendere difficile la sera e la notte, quando gli animali escono, perfino il semplice camminare senza schiacciarne qualcuno). 

Allora l'amministrazione promise interventi decisivi e accertamenti in grado di chiarire le cause di un evento che aveva colto di sorpresa, per proporzioni e livello di degrado (e che finì anche in consiglio comunale). Oggi, che il fenomeno si è ripresentato puntualmente tal quale all'anno passato, gli abitanti lamentano di essere nuovamente lasciati soli, con l'aggravante dell'immondizia rovesciata in strada e della presenza sempre più insistente di prostitute collocate in pianta stabile proprio sotto le case.

In questo video shock (è sconsigliata la visione a chi è particolarmente impressionabile), girato proprio di fronte al palazzetto dello sport) ecco alcuni degli "ospiti" protagonisti dell'invasione mentre girano liberamente per la zona. Si vede chiaramente come escano dalle grate dei palazzi, dalle fessure, dai tombini. Quelli ripresi sono solamente una minima parte di quelli realmente presenti, che fa presupporre una quantità ben maggiore annidata nell'immediato sottosuolo. "E' una situazione insostenibile che va immediatamente arginata - sostengono i residenti - perché già così siamo oltre la soglia di sopportazione". 

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Muore a 18 anni: dona cuore,
fegato e reni

14 Settembre 2019 ore 20:00
Spinetta

Bellavita: bimbo bloccato da bocchettone della piscina

10 Settembre 2019 ore 08:49
.