Lunedì 27 Settembre 2021

Conto alla rovescia per la "Stralessandria 2017": già 4000 magliette vendute

Partenza e arrivo sul ponte Meier venerdì 12 maggio per la 22esima edizione della Stralessandria. Una "unione" di forze sia nella organizzazione e promozione che nell'evento stesso. "che è un momento in cui si mette insieme tutta la comunità alessandrina" come ha ricordato Piero Sacchi. A pochi giorni dalla corsa, già 4000 magliette vendute

Conto alla rovescia per la "Stralessandria 2017": già 4000 magliette vendute
ALESSANDRIA - Stralessandria, 22 anni di solidarietà che si rispecchiano nello slogan “Uniamo le Sponde” che resta lo stesso dello scorso anno. Così come uguale è il punto di partenza e di arrivo, il nuovo simbolo della città di Alessandria nella giornata del 12 maggio: il ponte Meier. Partenza dal lato “stradale” dove solitamente transitano le auto e arrivo sulla passerella ciclo pedonale sia per la gara competitiva che non e al suono della fanfara dei Bersaglieri.

“Di Stra...ce ne sono tante in giro per l'Italia – commenta l'organizzatore Piero Sacchi – ma la nostra mette insieme una comunità. Alessandria che è un 'quartierone' si ritrova e si mette insieme in un momento in cui tutti danno, in cui tutti amano la città”. La Stralessandria è un momento di sport, ma anche di aggregazione: “tanti sono i contributi e tante le modalità di partecipazione” come precisa l'assessore Mauro Cattaneo. “Stare insieme, divertirsi e raccogliere fondi”: questa è la Stralessandria, che è anche sociale.

Tre i progetti finanziati questo 2017: “Mio Fratello Maggiore” del Cissaca e Ics Onlus dove i “più grandi della famiglia” si prendono cura dei fratellini minori nello svolgimento dei compiti. Sono 40 tutor che due volte a settimana si prendono cura di 140 alunni della scuola dell'obbligo , in cinque diverse aree territoriali della città. Giunto al terzo anno ( e sostenuto anche da Fondazione San Paolo e Cral) ha dato risultati fin ora positivi, con un successo scolastico del 94%. Il secondo progetto potrebbe diventare un “marchio” della Stralessandria: “Dire Cucire Accudire” che vuole promuovere la “sartoria” nella sua formazione artigianale di qualità con laboratori per avviare al mondo del lavoro persone rifugiate e richiedenti asilo (un progetto promosso da diverse associazioni private, da istituzioni pubbliche e dalla Fondazione SociAl. Una delle realizzazioni per questa edizione della Stralessandria è la “borsa di stoffa Uniamo le Sponde” (in foto), 100 pezzi al costo di 7 euro che si può acquistare insieme alla storica maglietta (al costo di 6 euro con quota partecipazione). Terzo progetto finanziato è “Les Etoile de Sidi Moumen”, che prosegue il percorso di sostegno al centro culturale di protezione dei minori di Casablanca in Marocco, sorto a protezione dopo gli attacchi terroristici del 2003. Un progetto “gemello” a quello attivo nelle due carceri alessandrine con numerosi laboratori, “Artiviamoci”. E per questa 22esima edizione, al di fuori dei progetti, un contributo della Stralessandria all'Aias “che da anni offre tè caldo a fine corsa”, con la donazione di 5 carrozzelle per persone con disabilità.

Un conto alla rovescia che ormai è iniziato e che dà già i suoi risultati, con oltre 4000 magliette vendute e gli elenchi dei gruppi partecipanti che crescono e diventano sempre più numerosi, tanto quelli dei cittadini che quelli delle scuole. Non cambia infatti il percorso e nemmeno le iniziative correlate: la gara non competitiva (con partenza alle 20,30) e quella competitiva (con partenza alle 20,20) con il classico percorso di 6 chilometri per le vie del centro cittadino con premiazione finale con prodotti offerti dai vari sponsor (negozi, ristoranti, centri sportivi, aziende) ai primi tre che solcheranno il traguardo e premiazione anche ai primi tre di ogni diversa categoria. Quest'anno non ci sarà la Stralessandria con i detenuti che per motivi organizzativi non si è riuscita a proporre e invece resta un “must” la “Straragazzi” per gli alunni delle scuole primarie e dell'utlimo anno delle scuole dell'infanzia, con ritrovo al Campo di Atletica e il trasporto garantito da Arfea.

E per “Unire le Sponde” serve certamente “unire le forze”: così l'Ascom Confcommercio di Alessandria ha stretto una partnership con l'Ics Onlus per questa edizione 2017. Così è nata un'iniziativa di co-marketing con la possibilità di un maggiore coinvolgimento oltre che della città anche delle aziende associate offrendo visibilità sul sito della manifestazione (www.stralessandria.it) e sul sito Ascom. Sono state stampate 17.500 cartoline con sette diversi scatti del ponte Meier che saranno timbrate da Ascom nella giornata della corsa. I cittadini in possesso in quella giornata e per altri 7 giorni (fino al 19 maggio) potranno presentarla negli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa e ottenere degli sconti, o dei gadget omaggio o ancora un menu dedicato se si tratta di bar e ristoranti. E parlando di cibo e birra, quest'anno l'arrivo della corsa, porterà in Cittadella per la prima serata di Beer& Bike Festival: una altra “unione” che fa la forza di questa grande manifestazione, simbolo per la città.

Quila cartella stampa completa di percorso e dati per iscriversi o ricevere informazioni.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelletto d’Orba

Incidente di caccia: un uomo
trasportato in ospedale, è grave

19 Settembre 2021 ore 16:30
Alessandria

Auto capottata in Lungo Tanaro Magenta

19 Settembre 2021 ore 14:09
.