Sabato 24 Agosto 2019

Grigi nella tempesta: Mezavilla, 'dito' ai tifosi. Squadra contestata al rientro da Tivoli

A fine partita il centrocampista brasiliano si sfoga con un gestaccio rivolto ai tifosi grigi sulle tribune del 'Galli'.La società ha già annunciato provvedimenti. Intanto sale la rabbia: nella notte squadra contestata all'Hotel Diamante di Spinetta Marengo. Con il Pontedera stadio semivuoto?

Grigi nella tempesta: Mezavilla, 'dito' ai tifosi. Squadra contestata al rientro da Tivoli
ALESSANDRIA - Dopo una giornata così nera come quella vissuta dall'Alessandria in quel di Tivoli polemiche e malumori sono fisiologici ed inevitabili. Nella notte di domenica 30 alcuni tifosi (crica una ventina) reduci dalla lunga trasferta laziale hanno aspettato la squadra davanti all'ingresso dell'Hotel Diamante di Spinetta Marengo. "Toglietevi la maglia", "vi dovete vergognare", tanti applausi ironici, i giocatori che nel frattempo scendono velocemente dal pullman e filano dritti nella hall dell'albergo. Scene che sembrano prese in fotocopia da quelle già viste la scorsa stagione, al rientro dalla deludente prestazione neli quarti di finale dei play off con il Foggia. 
Tra i più bersagliati Mezavilla, resosi protagonista di un brutto gesto (il classico dito medio..) nei confronti della tifoseria al termine del match con la Lupa Roma. Un episodio che l'associazione Orgoglio Grigio ha voluto rimarcare con un comunicato pubblicato su Facebook, che di seguito riportiamo: 
L'Associazione Orgoglio Grigio stigmatizza e prende le distanze con forza dal gesto di stizza che ha visto coinvolto Adriano Mezavilla nel dopopartita di Lupa Roma-Alessandria, compiuto, tra l'altro, nelle immediate adiacenze del presidente Luca Di Masi. Si è trattato dell'ennesima mancanza di rispetto nei confronti di una tifoseria che non ha mai smesso di sostenere una squadra in preda a un evidente tracollo di risultati e a una società che non ha mai perso occasione per fare la punta all'atteggiamento della tifoseria stessa. In un momento di tensione come questo ci auspichiamo di vedere una decisa presa di posizione della società verso il proprio tesserato, anche perchè non si tratta del primo gesto scorretto di un proprio giocatore cui si è assistito nel corso della stagione.

In mattinata da via Bellini sono stati annunciati provvedimenti nei confronti del centrocampista brasiliano. 
L’Alessandria Calcio si dissocia dal gesto del proprio tesserato Mezavilla, verso il quale verranno adottati i provvedimenti previsti in questi casi dal codice etico interno della medesima società. La reazione di Mezavilla, della quale lo stesso giocatore si è già pentito, è stata causata dal momento di rabbia per il risultato della partita e dalla sua personale consapevolezza di non aver potuto incidere con il proprio contributo alle sorti della gara e della stagione. Tale atteggiamento rimane ugualmente non giustificabile nei confronti dei tifosi che, comprensibilmente, esprimevano a voce la loro enorme e cocente delusione.


Da tre stagioni i campionati dell'Alessandria cominciano sulle ali dell'entusiasmo e con tanta voglia di riscatto per poi terminare tra cocenti delusioni ed aspre polemiche. Questo, però, pare davvero il maggio più nero degli ultimi due anni. Ci sono ancora i play off da giocare, ma ormai buona parte della tifoseria ha perso la voglia di crederci, i play off sembrano interessare quasi a nessuno. Con ogni probabilità, con il Pontedera il Moccagatta sarà semideserto, la curva potrebbe ripresentarsi semivuota come con il Renate. Un altro incredibile campionato sta per chiudersi con le gioie e le belle immagini viste e vissute nei mesi invernali offuscate dalle inspiegabili e cicliche disfatte che sembrano ogni volta ripresentarsi con l'arrivo della bella stagione.


 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
novi ligure

Uomo sale sul traliccio
e tenta il suicidio

16 Agosto 2019 ore 10:56
.