Venerdì 15 Novembre 2019

Guanti, cacciavite e torcia: così sono stati fermati i due "ladri" della Pista

Le volanti della Polizia li hanno notati con fare sospetto nei pressi di via De Gasperi, in Pista. Dopo l'identificazione gli agenti hanno chiesto ragione di alcuni oggetti: guanti neri di pelle, una torcia e un cacciavite che poso prima avevo gettato in una siepe....nessuna giustificazione li ha portati davanti all’Autorità Giudiziaria per il reato di possesso ingiustificato di strumenti atti all’effrazione

Guanti, cacciavite e torcia: così sono stati fermati i due "ladri" della Pista
 ALESSANDRIA - Nel tardo pomeriggio del 16 febbraio scorso, un equipaggio delle volanti, transitando nel quartiere Pista, nei pressi di via De Gasperi, ha notato camminare due soggetti, con passo svelto, lungo il marciapiede, poco illuminato costeggiante una villetta delimitata da una siepe. Dopo averli sopravanzati con l’autovettura di servizio, gli agenti hanno deciso di sottoporli a controllo di polizia. Pertanto, senza perdere contatto visivo con i due, hanno invertito il senso di marcia. In questo frangente gli operatori hanno visto distintamente uno di questi gettare un oggetto nella siepe, scambiando alcune parole con l’altro e accelerando notevolmente il passo.

Visto quanto particolare, gli operatori hanno fermare i due e hanno recuperato, lungo il ciglio della siepe, un cacciavite a “taglio” di grosse dimensioni, utilizzabile per forzare le serrature e gli infissi delle abitazioni. Successivamente hanno deciso di procedere al controllo e all’identificazione dei due, da cui emergeva che sia L. E., classe ’94, cittadino albanese, che L. G. nato nel 1996, connazionale, fossero gravati da numerosi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio (rapina aggravata e ricettazione), e contro la persona (sequestro di persona).

Alle domande degli operatori, entrambi i soggetti, nullatenenti e solamente dimoranti in Alessandria, rimanevano vaghi sulla giustificazione della propria presenza in quel quartiere, cosa che insospettiva ulteriormente gli operatori che hanno deciso per una perquisizione personale. Durante il controllo sono stati trovati rispettivamente in possesso di un paio di guanti in pelle di colore nero nella tasca posteriore dei jeans uno, mentre l'altro aveva una torcia tascabile di colore nero.

Pertanto, tenuto conto dell’assenza di giustificazione addotta per il porto del cacciavite, di cui tentavano di disfarsi, dei guanti e della torcia portatile, strumenti solitamente utilizzati per la commissione di reati predatori, i due giovani sono stati accompagnati presso la Questura e successivamente deferiti all’Autorità Giudiziaria per il reato di possesso ingiustificato di strumenti atti all’effrazione.

Dall’inizio dell’anno le forze dell’ordine hanno intensificato il pattugliamento delle aree statisticamente più soggette ai furti in abitazione. Questo intervento di iniziativa dei poliziotti ha senz’altro anticipato l’opera dei malfattori garantendo una serata senza sgradite sorprese per gli abitanti della zona. Tuttavia, la collaborazione dei cittadini più attenti risulta essere uno strumento fondamentale per consentire l’intervento tempestivo degli agenti prima che i sospetti si allontanino.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
Tempo reale

Tragedia di Quargnento:
la svolta, nella notte il fermo

08 Novembre 2019 ore 22:29
.