Domenica 25 Agosto 2019

Quando si raccoglievano firme per abolire l'istruzione cattolica dalle scuole pubbliche

Ripercorriamo la storia della città attraverso gli articoli dei giornali dell'epoca: dalla raccolta firme per abolire l'insegnamento della religione a scuola fino al progetto di una galleria Guerci che avrebbe dovuto raggiungere Corso Roma, ecco un po' di fatti curiosi che riguardano la nostra amata Alessandria e il suo passato

Quando si raccoglievano firme per abolire l'istruzione cattolica dalle scuole pubbliche
MEMORIALE - Eccoci ad altre iniziative intraprese nella nostra città, alcune finite bene ed altre un po’ meno bene.

Sotto la spinta della breccia di Porta Pia e l’annessione di Roma al Regno d’Italia, nasce una sottoscrizione (dicembre 1870) per, udite udite tutti bene, l’abolizione dell’istruzione cattolica nelle scuole pubbliche del regno stesso. 
Chissà se la raccolta firme ha avuto successo e se poi il progetto è stato accantonato con che motivazioni.

Comunque anche Alessandria si è mossa, generando poi un nucleo di “liberi pensatori” che sfocerà nel 1872 in una vera e propria associazione.

Sono anni che hanno portato anche alla nascita di progetti di abbellimento architettonico della città con la progettazione della galleria Guerci che avrebbe dovuto arrivare fino in corso Roma, ma poi attuata in dimensioni ridotte: chissà forse il milione di lire non era alla portata dell’amministrazione?

Passando al secolo scorso ecco la notizia del 1904 per un progetto di navigazione fluviale che non so che sbocchi abbia avuto. Qualcuno più informato potrebbe aiutare a capire quanto i nostri fiumi siano stati navigabili lungo tutto il ‘900?

Arriviamo finalmente al progetto del 1906 che avrebbe voluto costituire una casa della cremazione in città, gran bella idea per quegli anni che purtroppo è rimasta sulla carta fino ad oggi; se ne è sempre parlato anche in questi ultimi venti anni ma non è mai stato concretizzato nulla, ci sono passati davanti prima Savona poi Torino nonché Acqui Terme e Valenza obbligando ad “emigrare” i cittadini desiderosi di una tale scelta funeraria.



















































































EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
.