Martedì 15 Ottobre 2019

Parco Carrà: pronti 100 mila euro per la riqualificazione

Dall'Anci la conferma che il progetto presentato mesi fa dal Comune, inizialmente scartato, è stato riammesso al finanziamento: sarà un'occasione straordinaria per sperimentare un percorso di progettazione partecipata dai cittadini e per sviluppare le potenzialità del parco, risolvendo i problemi che lo affliggono oggi. Entro un anno la rivoluzione, costruita con i ragazzi

Parco Carrà: pronti 100 mila euro per la riqualificazione
ALESSANDRIA - Dopo la delusione, la gioia. Manca ancora l'ufficialità da parte del Comune, ma non ci sono più dubbi al riguardo, visto che è lo stesso ente promotore, l'Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) a darne conferma: il bando ComuneMenteGiovane, al quale Alessandria aveva partecipato arrivando 12esima su 60, è stato rifinanziato per poter dar spazio ad altri progetti. Il nostro Comune era risultato primo fra gli esclusi, e riceverà quindi ora la somma prevista di 80 mila euro (a cui aggiungerà 20 mila euro, da conteggiare come risorse di personale che lavorerà alla realizzazione del bando) per attuare una vera e propria rivoluzione al Parco Carrà. 

A spiegare nel dettaglio quali saranno i prossimi passaggi è Luca Zanon, l'architetto che insieme a Mauro Cattaneo, assessore alla Coesione Sociale e Ivana Tripodi, direttrice dell'Informagiovani, ha presentato la proposta ora finanziata: "tutto è nato dall'osservazione dell'importanza che il Parco Carrà ha per quell'area di Alessandria, essendo il luogo di un incontro sia integenerazionale che interculturale. Si tratta di una zona frequentata da cittadini di ogni età, e un contesto di socializzazione e integrazione importante. Ha tantissime potenzialità, ma anche, ad oggi, alcuni problemi oggettivi: le strutture sono da migliorare, sia le aree gioco che lo skate park, e ha un bel margine di crescita, potendo per esempio ospitare in futuro start up di giovani che potrebbe curare attività ludiche e ricreative per animare il parco". 

Il percorso finanziato mirerà così a coinvolgere direttamente i giovani nella partecipazione alla progettazione del nuovo parco, che potrà contare su 80 mila euro (da ripartire fra attività di pianificazione e interventi veri e propri) messi a disposizione dall'Anci. "Gli obiettivi della prima fase di lavoro - spiega Zanon - saranno quelli di favorire il dialogo fra l'istituzione e i giovani, educare alla cittadinanza attiva, elaborare proposte condivise su come possano essere riqualificati gli spazi, ideare nuove forme di partecipazione e progettazione, favorire l'inclusione sociale dei giovani cittadini stranieri e attivare eventualmente ipotesi di start up d’impresa".  

Il progetto dovrà essere completamente ultimato entro un anno dall'erogazione delle risorse, e prevedrà una fase di formazione presso l'Informagiovani e la Biblioteca, utile per imparare cosa voglia dire coprogettare, come possano essere trasmesse le idee per coinvolgere i giovani, quali processi virtuosi possano essere attivati in ambito di educazione civica e come possa avvenire in concreto la strutturazione e l'accompagnamento di iniziative elaborate "dal basso".

Fra i partner coinvolti, oltre al Comune di Alessandria e alla sua controllata Costruire Insieme, ci sono il Liceo Saluzzo - Plana, il Cissaca e il Lab121. Fra i temi toccati nella fase di formazione ci saranno anche capitoli dedicati alla cultura della legalità, alla governance dei Beni Comuni, alla multiculturalità e alla promozione di stili di vita sani. Nel progetto dovrebbero essere coinvolti anche gli studenti dell'Istituto Volta e dell'Enaip. 

Parte dei fondi potranno essere destinati anche a una collaborazione con personale individuato dal Cissaca e da eventuali altre realtà per svolgere un lavoro di manutenzione e pulizia dell'area verde. Il parco Carrà, ad oggi, offre uno spettacolo indecoroso in certe zone, come nell'area dell'ex palestra di arrampicata, con la piccola casetta in legno al suo fianco diventata rifugio di fortuna per qualcuno che abita lì, come testimoniato da più persone che lo hanno segnalato e confermato su uno dei gruppi facebook cittadini. 

"Abbiamo di fronte a noi un'occasione straordinaria - conclude l'architetto Zanon - figlia di un lavoro di squadra fra diversi soggetti. Ora il parco potrà rappresentare un esperimento di costruzione di percorsi dal basso per tutta la città, e speriamo che possa davvero essere un esempio di coprogettazione con i cittadini e di recupero di strutture ad Alessandria che hanno grande potenziale e meritano di essere valorizzate. Poterlo fare fianco a fianco con i ragazzi, che in questo caso avranno un ruolo di assoluto protagonismo, è ancor più bello e importante". 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Quattordio

Sbandata fatale in moto,
muore a 16 anni

06 Ottobre 2019 ore 17:34
Alessandria

Il mondo sportivo vicino a Giovanni. che lotta per la vita

05 Ottobre 2019 ore 21:48
Quattordio

Tragedia della strada,
muore a 16anni

06 Ottobre 2019 ore 16:04
.