Lunedì 22 Luglio 2019

Il Fai per la Cittadella: ventimila ore di lavoro

La delegazione alessandrina del Fai propone alla cittadinanza una relazione sulle attività e sui risultati ottenuti dal gennaio 2011. Il totale di monte ore, fatto dal contributo pratico e fattivo dei volontari Fai è stato così di circa 19.970, pari a 2496 giorni lavorativi

Il Fai per la Cittadella: ventimila ore di lavoro
SOCIETA' - A vacanze concluse, il Fai - Delegazione di Alessandria fa i conti e propone alla cittadinanza una relazione sulle attività e sui risultati ottenuti dal gennaio 2011. I dati, divulgati come da accordi verbali di collaborazione con l'amministrazione comunale, servono a fare chiarezza sul monte di ore e sull'impegno dell'organizzazione, che coglie l'occasione per diffondere i fogli di raccolta firme per i gruppi che vorranno formarsi a sostegno dell'Amministrazione, per aiutare la progettazione e la riorganizzazione di una efficente riapertura dei musei della città. "Il Fai - commenta Ileana Spriano, capo della delegazione alessandrina -  si fa promotore della raccolta firme che supporta e rinforza il raggiungimento di questo obbiettivo. Ricordiamo che da sempre il FAI è a sostegno dell'Amministrazione in maniera assolutamente apolitica come da nostro statuto e che nessuno è tenuto a mandare qualsivoglia comunicazione a nostro nome che non sia approvata e vagliata dalla Delegazione o dalla Segreteria regionale. Negli anni - spiega - non abbiamo mai fatto scelte riguardanti la città di cui l'Amministrazione non sia stata preventivamente e prontamente informata. Noi non chiediamo ma diamo, diamo con il cuore, con l'anima, con tutti noi stessi". 

I servizi resi dal Fai sono molteplici ed importanti: c'è stato, ad esempio, il servizio d'accoglienza ed assistenza alle varie manifestazioni, anche come accompagnatori culturali all’interno della Fortezza, per controllare l'afflusso di pubblico e di accompagnarlo nelle visite guidate, per un monte ore che supera le diecimila settecento ore. Ma non è tutto: c'è anche stata un'azione di cura del verde e di eradicamento dell'ailanto, a fianco dei detenuti delle due carceri alessandrine come convenzione Comune-FAI-Istituti di pena. In questo caso, il monte ore dei volontari è di 2264 ore mentre quello dei detenuti volontari delle due carceri è di 4779. In particolare, questi ultimi si sono occupati della eradicazione dell'edera nei platani S.Michele e Cavaliere S.Cristina, della manutenzione roseti e della bonifica rifugio antiaereo.

Nel dettaglio, questo è stato il dispiegamento di forze e di ore lavoro:

Pulizia e allestimento della sala di accoglienza (con materiale reperito gratuitamente) di cui ha sempre usufruito l'Amministrazione Comunale per riunioni, conferenze stampa e convegni: ore 150

Pulizia dei sotterranei del San Michele, dei cortili e del primo piano per le Giornate FAI 2011 (poi distrutto dalla Biennale) a fianco dell'Amministrazione Comunale: ore 100

Pulizia del Sacrario del San Michele 37° Brigata Ravenna e pulizia lapidi interne ed esterne: ore 50

4/5 marzo 2012 Pulizia dei Bastioni Sant'Antonio e San Michele (in molti punti pieni di “rifiuti organici umani”) e loro cura continuativa: ore 100

Pulizia della galleria di Demolizione e delle Polveriere per le Giornate FAI 2012: monte ore 200

Pulizia e riassemblaggio dell'orologio che è funzionante dal 25 Settembre 2012, a cura del volontario orologiaio, per 18 mesi di lavoro: approssimativamente ore 490

Pulizia del quartiere Forni per le Giornate FAI 2013: ore 200

Campagna "I Luoghi del Cuore", da maggio a novembre: approssimativamente ed al ribasso ore 500

Posa in opera recinzione del parco giochi bimbi, nel maggio 2013, con manutenzione e sfalcio erba: ore 36

Periodico lavoro di un associato e volontario con trattore e falciatrice per taglio erba bastioni: ore 45

Supporto alla manifestazione del Teatro della Tosse, nel luglio 2013: ore 45                                                         
Sistemazione  spazio antistante bastione S.Michele per l'evento "Traviata", 31 Agosto 2013: ore 20

Pulizia Chiesetta Beato Amedeo, pulizia vari punti della Cittadella per le Giornate Fai 2014: ore 200

Il totale di monte ore, fatto dal contributo pratico e fattivo dei volontari Fai è stato così di circa 19.970, pari a 2496 giorni lavorativi. "Ai conteggi qui riportati - spiegano dal Fai -  vanno aggiunti gli incalcolabili costi di Marketing pubblicitario volti a far conoscere il bene in tutta Italia e all'estero, ipotizzabili in diverse decine di miglia di euro. Si rende noto che gli eventuali contributi liberi volontari che riceviamo dai visitatori vengono contabilizzati ed inviati al FAI centrale a Milano. Le spese sostenute per la manutenzione della Cittadella sono a esclusivo carico dei volontari o autorizzate dal FAI". "Abbiamo sempre lavorato in assoluta trasparenza e sinergia con il Comune ottenendo grandi risultati di visibilità e apprezzamento da parte della città e dei visitatori - conclude Ileana Spriano - Abbiamo passato inverni al freddo e non abbiamo mai mollato neppure ad agosto. La tenacia e la forza di un piccolo manipolo di persone che da sole, senza l'aiuto di nessun ente finanziatore, ha fatto si che oggi il nostro monumento viva ancora e sia amato. Quanto vivrà? Dipenderà dall'Ailanto e dalle possibilità che avremo di debellarlo”.
 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Tenta di investire il rivale in amore: ora è nei guai

12 Luglio 2019 ore 18:40
.