Martedì 23 Luglio 2019

Atm, c'è l'accordo sulla cassa integrazione

Trovato l'accordo tra azienda e sindacati sulla cassa integrazione fino a giugno. Sarà applicata a 218 dipendenti su 228. In 10 cambieranno mansioni e hanno accettato un abbassamento dello stipendio

Atm, c'è l'accordo sulla cassa integrazione
 ALESSANDRIA – Dopo due rinvii e un po' di tensione, è stato trovato l'accordo tra sindacati e Atm sul rinnovo della cassa integrazione in deroga. L'ammortizzatore sociale sarà applicato a 218 dipendenti su un totale di 228: “i dieci esclusi hanno accettato su base volontaria un diverso inquadramento”, spiega Alessandro Porta, segretario di Uil Trasporti. Si tratta di ausiliari che si occuperanno dell'accompagnamento dei disabili sugli scuolabus. Il cambio di mansioni comporta ovviamente anche un cambio di inquadramento e di stipendio.
Gli autisti passeranno da un giorno a due giorni di cassa integrazione, mentre gli ausiliari del traffico saranno invece in cassa integrazione al 25% delle ore. Per i cassieri la misura della cassa è del 33% con due lavoratori che saranno però spostati al nuovo servizio dei messi notificatori. Un solo lavoratore, infine, sarà al 100% delle ore.
Per l'azienda di trasporto pubblico, l'accordo consentirà un risparmio di 795 mila euro, su 1 milione di euro da “tagliare”.
L'accordo sarà illustrato nei prossimi giorni in assemblea con i lavoratori.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.