Martedì 23 Luglio 2019

Viabilità in centro, si cambia registro?

L'amministrazione convoca per la prossima settimana le associazioni di categoria per illustrare "alcune ipotesi di modifica immediata" della viabilità tra piazza della Libertà, via Bergamo e via XXIV Maggio, dopo il periodo di sperimentazione partito ad agosto. Residenti e commercianti, intanto, hanno raccolto le firme per chiedere ad Arpa un monitoraggio dell'aria

Viabilità in centro, si cambia registro?
ALESSANDRIA - Si torna a parlare di viabilità nel centro storico di Alessandria. Dopo l'introduzione delle modifiche nelle vie attorno a piazza della Libertà, varate in via sperimentale ad agosto, e le proteste dei commercianti di via San Lorenzo, lo scorso mese, l'amministrazione comunale ha convocato per il prossimo 8 novembre le associazioni di categoria per illustrare “alcune ipotesi di modifica immediata, che stiamo perfezionando, in una più estesa azione di programmazione di lungo periodo”.
L'area interessata ai cambiamenti è quello di piazza della Libertà, via Bergamo e via XXIV Maggio.
“La sperimentazione è stata monitorata con rilevamenti sui flussi di traffico e sull'efficacia dei provvedimenti rispetto agli obiettivi prefissati. Alla luce di quanto rilevato è emersa la necessità di alcuni correttivi, sia per migliorare l'efficacia complessiva del provvedimenti che per mitigare alcune criticità rispetto alle esigenze di talune categorie di utenti, quali - in particolare - i residenti e gli esercenti attività commerciali”, anticipa l'assessore Marcello Ferralasco.
Nel contempo, un gruppo di abitanti ed esercenti di Alessandria, residenti nelle vie adiacenti Piazza della Libertà, ha depositato una raccolta firme, chiedendo che Arpa “promuova un monitoraggio, attraverso le stazioni mobili e le altre proprie attrezzature, della qualità dell'aria in questa zona di Alessandria, interessata dalla variazione della viabilità effettuata dall'attuale giunta comunale”.
Secondo i residenti, infatti, le modifiche (che saranno tuttavia nuovamente oggetto di cambiamenti) avrebbero portato un maggiore traffico veicolare a causa della formazione di code ed ingorghi, soprattutto durante orari di punta.
I promotori della raccolta firme, quindi, chiedono un monitoraggio dell'aria “contestualmente all'accensione degli impianti di riscaldamento per la stagione invernale e in più fasce orarie e per un numero sufficiente di giorni, al fine di poter disporre di dati significativi su inquinamento da PM10, PM2,5, Ossido di Azoto, CO2, ecc. in questa zona”.
Si chiede inoltre l'intervento del comando della Polizia municipale per verificare “i passaggi nelle ore di punta degli autoveicoli privati e commerciali in questa area. Vi chiediamo di fornirci questi dati perché pensiamo che l'ultima variazione di viabilità effettuata dall'attuale Giunta, abbia peggiorato notevolmente la qualità dell'aria nella nostra zona. Noi siamo tutti d'accordo a una chiusura del traffico nel centro di Alessandria - aggiungono - Siamo talmente convinti che una città ben organizzata debba avere aree pedonali urbane e zone a traffico limitato, che pensiamo che questi importanti progetti debbano essere fatti non in modo superficiale (o assurdamente in piccolo come è stato fatto) ma supportati da dati sulla mobilità, sui parcheggi, sui flussi commerciali e privati e comunque gestiti con un confronto serio con i cittadini”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.