Martedì 16 Luglio 2019

Mussano: "Ora basta: al Cissaca gli stipendi ce li siamo ridotti drasticamente"

Dopo l’attacco frontale dei sindacati, la replica amareggiata del direttore del Consorzio Socio Assistenziale: “siamo ancora qui solo per senso di responsabilità: i 750 mila euro del comune di Alessandria già girati alle cooperative, ma sono una goccia nel mare”. Stipendi dei dipendenti garantiti solo fino a febbraio

Mussano: "Ora basta: al Cissaca gli stipendi ce li siamo ridotti drasticamente"
ALESSANDRIA - “Ora basta davvero, la misura è colma. Quando si passa agli attacchi personali, facendo affermazioni clamorosamente false, anche pazienza e pacatezza vanno messe da parte”. Laura Mussano, direttore del Cissaca, è furente dopo aver letto le dichiarazioni dei sindacalisti alessandrini, e si sente chiamata direttamente in ballo dalle dichiarazioni congiunte dei segretari provinciali di Cgil, Cis e Uil (“Sugli stipendi dei dirigenti sono stati fatti grandi proclami, ma in concreto nessuna riduzione. Anzi, al Cissaca cospicui aumenti").

“Ma quali aumenti, questi signori parlano a vanvera. La situazione è esattamente opposta: già nel 2012 mi sono spontaneamente ridotta la retribuzione per complessivi 32 mila euro, senza che nessuno peraltro me l’abbia chiesto, e tantomeno imposto. Oggi guadagno, al lordo di tutte le imposte, circa 123 mila euro l’anno, ossia l’equivalente di un dirigente comunale di fascia B. Giacchè quelli in fascia A hanno compensi decisamente più alti: e questo anche se sono alla guida di un vero e proprio ente. Non solo: segnalo che da tempo il cda del Cissaca si è autosospeso ogni forma di indennità. E, personalmente, se ancora sono qui e anziché godermi la pensione passo notti insonni, è perché i rappresentanti dei piccoli comuni mi hanno manifestato piena fiducia e stima personale, mentre il sindaco di Alessandria mi ha comunque chiesto di rimanere, in proroga, fino alla nomina del prossimo cda”. Ma quando verrà nominato il prossimo consiglio di amministrazione del Cissaca? “E chi lo sa? – replica la Mussano – Questa è una domanda da girare ai soci del consorzio, e in primis a Palazzo Rosso. Noi siamo qui, in trincea e alle prese con le emergenze quotidiane, solo per forte senso di responsabilità. Per cui subire certi attacchi a mezzo stampa diventa particolarmente sgradevole, e tacere non si può più”. La situazione del Consorzio Socio Assistenziale dell’Alessandrino, secondo il suo direttore “in proroga”, resta drammatica: “nei giorni scorsi abbiamo ricevuto dal Comune di Alessandria 750 mila euro – chiarisce -, prima tranche dei circa 3 milioni e 300 mila che ci sono dovuti per il 2012. Mentre sul fronte Regione Piemonte la situazione non è migliore, e non abbiamo ancora visto un euro dei circa 4 milioni di contributo annuo, sia pur suddivisi in varie voci”. E in effetti, con un bilancio intorno ai 13 milioni di euro annui, e soci inadempienti per cifre di questa portata, si devono fare i salti mortali, e forse qualcosa di più. A farne le spese, fino ad ora, sono state soprattutto le cooperative, mentre gli stipendi dei dipendenti dell’ente sono stati regolarmente pagati, “posizioni contributive comprese”. Ma nei prossimi mesi cosa succederà? “Non posso dirlo, perché non lo so. – dichiara Laura Mussano – Posso solo confermare che, appena ricevuti, abbiamo utilizzato i 750 mila euro per pagare alcune fatture arretrate delle cooperative: considerato che l’85% dei nostri servizi, appunto, è fornito da loro in appalto esterno”. E si tratta, ricordiamolo, di servizi sociali obbligatori, che i Comuni sono tenuti ad erogare (in una forma o nell’altra) a supporto di una serie di categorie “svantaggiate” di cittadini.
“Purtroppo al momento – conclude il direttore – non siamo in grado di saldare altri arretrati, e in cassa abbiamo ancora il necessario per garantire il pagamento degli stipendi dei dipendenti a febbraio. Poi saremo completamente ‘a secco’. Speriamo che nel frattempo, invece di polemiche inutili, arrivi qualche segnale positivo”.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

pozzolo formigaro

Loris se ne va
in silenzio: i...

05 Luglio 2019 ore 21:59
Maltempo

VIDEO - Grandine sull'A26

09 Luglio 2019 ore 15:40
novi ligure

Accusa di omicidio stradale
per un 80enne novese

08 Luglio 2019 ore 18:02
.