Mercoledì 16 Ottobre 2019

Avanti, nonostante tutto

Trasferta in laguna per l'Alessandria. In mezzo alla burrasca societaria domenica i Grigi proveranno a ritagliarsi uno spazio di serenità contro l'Unione Venezia

Avanti, nonostante tutto
ALESSANDRIA - Ai remi i giocatori. Il mare sulla rotta grigia si fa sempre più burrascoso. Le dimissioni del presidente Maurizio Pavignano hanno creato una piccola crepa nello scafo alessandrino. Il grido di allarme dell’azionista di maggioranza Gigi Capra ha svelato che quello che sembrava un buco facilmente riparabile è in realtà una falla. Uno squarcio che imbarca acqua e mette a rischio la sopravvivenza dell’imbarcazione stessa. Ce la farà a salvarsi? Chi la salverà?
Il gravoso compito non spetta certo a calciatori e mister. Se l’Alessandria avrà un futuro sarà stabilito dalla dirigenza e da eventuali nuovi soci. Ciò che può fare la squadra è tenere stretti i remi e continuare a remare nonostante la tempesta. Fare tutto il possibile per arrivare al meglio, calcisticamente, alla pausa natalizia. In ogni caso, uscire a testa alta e dimostrare ai tifosi il valore di un gruppo in grado di lottare per la promozione.

Per tornare a parlare solo di calcio giocato, Venezia sarà l’inizio di un mini campionato di quattro gare. Da qui al 22 dicembre i Grigi affronteranno tre delle più dirette inseguitrici alla zona play-off. La classifica che verrà fuori da questi turni, dirà molti di quelle che potranno essere le reali aspettative per la seconda parte della stagione grigia.
La prima prova è quella sulla carta più impegnativa. Lo “zar” Yuri Korablin ha in mente un progetto ambizioso per l’Unione Venezia ed è partito pronto a fare della seconda divisione terra di conquista. L’andamento dei lagunari è stato parecchio altalenante, alternando buone vittorie a prestazioni parecchio deludenti. La distanza che li separa dal sesto posto (2 punti) racconta comunque di una squadra forte a cui manca poco per fare il salto di qualità. Le disattenzioni di cui soffrono ancora i ragazzi di Zanin sono il peso che ne rallenta la corsa. La vittoria domenica scorsa a Forlì potrebbe essere stato però un passo netto verso la maturazione.

Il pareggio tra Unione Venezia e Bellaria



L’Alessandria ha l’infermeria finalmente vuota. Per una delle prima volte mister Cusatis potrà avere ampia gamma di scelta sugli undici titolari da vedere in campo. I dubbi ruotano intorno alla posizione in cui verrà fatto giocare il terzo under. Se si opterà per l’impiego di Rossi in attacco, a centrocampo ci sarà il trio Roselli, Mora, Caciagli. Se, invece, ci sarà l’attacco “pesante” con Fanucchi e Ferretti nella linea mediana sarà impiegato Bianchi.
I probabili undici a scendere in campo: Servili; Gambaretti, Mazzuoli, Viviani, Cammaroto; Mora, Roselli, Bianchi; Degano; Ferretti, Fanucchi.
Alcune assenze per Zanin. Squalificato Federico Maracchi e probabili le defezioni degli infortunati Giovannini e Battaglia. Il 4-4-2 del Venezia dovrebbe essere così composto: Moreau; Bertolucci, Campagna Masi, Cabeccia; Princivalli, Maracchi, Lauria, Crafa ; Godeas, D’Apollonia

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Quattordio

Sbandata fatale in moto,
muore a 16 anni

06 Ottobre 2019 ore 17:34
Quattordio

Tragedia della strada,
muore a 16anni

06 Ottobre 2019 ore 16:04
Alessandria

Il mondo sportivo vicino a Giovanni. che lotta per la vita

05 Ottobre 2019 ore 21:48
.