Lunedì 27 Settembre 2021

Rientrata ad Alessandria opera del 1600

Il dipinto di Orsola Maddalena Caccia, dell'inizio del '600, era in prestito a Pinerolo per una mostra dedicata alla pittrice

Rientrata ad Alessandria opera del 1600
È rientrata nel Museo e Pinacoteca di Alessandria L'Angelo che regge la veronica di Orsola Maddalena Caccia, una delle opere più significative di primo '600 qui conservate. Il dipinto su tela era stato prestato alla Fondazione Cosso per la mostra Orsola Maddalena Caccia. Storia singolare di una monaca pittrice, organizzata nelle sale del Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo e inaugurata il 3 marzo scorso.
 
Orsola Maddalena Caccia (1595/1600-1676), Angelo che regge la veronica, olio su tela, cm. 70 x 56
Restaurato nel 1975 su finanziamento della Regione Piemonte, godette a lungo di un'attribuzione al padre Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo. È un tipico esempio della pittura devozionale elaborata presso la bottega di Guglielmo Caccia e moltiplicata, a livelli di eccellente professionalità, dalla figlia Orsola Maddalena, monaca orsolina. L'attribuzione è accertata dai confronti con un'opera poco nota di Orsola conservata presso la Galleria Sabauda di Torino. Il miglior commento al dipinto di Alessandria, che recupera un'antica iconografia quattrocentesca, sono le lettere in punta di penna che la stessa autrice scrisse a Cristina di Francia (la prima Madame Reale) trattando con quella committente l'invio di alcuni dipinti di devozione privata: "Un'immagine di nostra signora et di Santa Christina... il Nascimento di Nostro Signore... San Giovanni Battista". Si ignorano le modalità di ingresso in Pinacoteca.
Il dipinto è attualmente esposto nelle sale de "I percorsi del Museo Civico a Palazzo Cuttica".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelletto d’Orba

Incidente di caccia: un uomo
trasportato in ospedale, è grave

19 Settembre 2021 ore 16:30
Alessandria

Auto capottata in Lungo Tanaro Magenta

19 Settembre 2021 ore 14:09
.