Lunedì 04 Luglio 2022

La storia

Pioli, dal 'Premio Liedholm' allo scudetto

Il presidente, Fabio Bellinaso: "Tecnico vincente e uomo di valori. Orgogliosi che il premio sia accanto al tricolore"

Pioli, dal 'Premio Liedholm' allo scudetto

Fabio Bellinaso e Paolo Liedholm consegnano il 'Premio Liedholm' a Stefano Pioli (foto cecilia Ammazzalorso)

CUCCARO - "Complimenti a mister Pioli per questo meritatissimo scudetto. Orgogliosi che il Premio Liedholm 2021 sia, ora, accanto al tricolore".

Così sulla pagina facebook, l'organizzazione del premio intitolato al grande Nils, sottolinea il risultato del Milan e del suo allenatore, che aveva ricevuto il riconoscimento il 10 novembre 2021, a Villa Boemia. E Fabio Bellinaso, che di queasto riconoscimento è stato uno degli ideatori e che oggi lo presiede, aggiunge un commento su Pioli uomo, oltre che tecnico. "Le vittorie poggiano sempre sulle gambe delle persone: complimenti a mister Pioli, tecnico oggi vincente e di valore, ma soprattutto uomo di valori, che abbiamo avuto il piacere e l'onore di conoscere al Premio Liedholm 2021".

In quell'occasione Nicola Roggero, straordinario narratore della cerimonia, aveva paragonato Pioli e Vince  Lombardi, uno dei più grandi tecnici di football americano, "per la grandissima capacità di relazionarsi con i suoi giocatori e mettere in pratica un motto di Lombardi, 'vincere non è la sola cosa importante. Conta provarci sempre' ". Una frase che, oggi, assume ancora più forza.

E Paolo, uno dei nipoti di Nils Liedholm, aveva evidenziato i molti punti di contatto con il nonno. "Per le qualità nella gestione del gruppo, per come sta aiutando i giocatori: penso al capitano di oggi, Calabria, e a quello del futuro, Tonali".

Sulla corsa allo scudetto, quel giorno, Pioli aveva detto "è aperta ad almeno quattro o cinque squadre". La volata finale si è colorata di rossonero, per la gioia anche di un altro vincitore del 'Premio Liedholm', Paolo Maldini.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.