Giovedì 26 Maggio 2022

Roma

Senato, ok all'emendamento Molinari sul debito Atm

La Lega: "Riconosciuto che arriva dal passato, ora si aprono diverse ipotesi di lavoro, dalla transazione al mutuo"

molinari-lega-atm-alessandria

ALESSANDRIA - Nella notte, la quinta Commissione Bilancio del Senato della Repubblica ha approvato l’emendamento proposto dal Gruppo parlamentare della Lega Salvini Premier ed elaborato dal Presidente della Lega Riccardo Molinari relativo al debito di 22 milioni di euro della Città di Alessandria causato dalla causa civile intentata dalla Curatela fallimentare di Atm Spa.

L’emendamento, riformulato nella sua versione finale dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, sancisce un principio fondamentale: i debiti derivanti dai fallimenti delle Società controllate - causati dal dissesto finanziario dell’Ente locale - non sono imputabili all’Amministrazione in carica, né al bilancio corrente, bensì rappresentano oneri ancora relativi alla gestione straordinaria del dissesto medesimo, ancorché derivino da cause successive alla chiusura delle attività da parte dell’Organismo straordinario di liquidazione del default.

Il testo dell'emendamento: leggi qui

Il riconoscimento della straordinarietà della posta debitoria permette ora di individuare coperture finanziarie e soluzioni giuridiche di natura parimenti straordinaria per la soluzione finale al problema senza determinare un aggravamento degli equilibri di bilancio dell’Ente.

“Si tratta - ha dichiarato il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco - di un primo passo fondamentale senza il quale continuava a permanere una confusione generale sia sulle responsabilità, sia sulla possibilità di trovare una soluzione definitiva al problema. Stabilito che si tratta di un sopraggiunto debito di natura straordinaria derivante dal passato, appare ora possibile valutare diverse proposte di soluzioni per la copertura finanziaria dello stesso. Siamo da settimane al lavoro con alcune ipotesi al vaglio tecnico economico e l’aver ottenuto il riconoscimento del principio di straordinarietà ci aiuta molto”.

“A riprova del lavoro che il presidente Molinari e i parlamentari della Lega Salvini Premier svolgono a favore della città di Alessandria - le parole dell'assessore Cinzia Lumiera – l’emendamento si aggiunge a quanto in questi anni è stato fatto per far riemergere il Comune dall’incubo dissesto in cui era caduto. Tutto ciò è di stimolo per continuare il nostro lavoro nella direzione del risanamento di Bilancio, premessa ineludibile per il rilancio degli investimenti e per il miglioramento quali quantitativo dei servizi pubblici erogati. Un ringraziamento sentito va, pertanto, anche al Prefetto di Alessandria che sta seguendo l’evolversi del problema con particolare determinazione e volontà”.

 

I commenti

 

Stop al default dei Comuni a causa di fallimenti delle controllate. L’emendamento della Lega al Sostegni ter approvato in commissione Bilancio al Senato rappresenta un ausilio concreto a tutti gli enti locali. I debiti derivanti dai fallimenti delle Società controllate - causati dal dissesto finanziario dell’Ente locale – che dovessero emergere dopo la chiusura della procedura di dissesto, non saranno infatti più imputabili all’amministrazione in carica, né al bilancio corrente, ma saranno oneri che rientreranno nella gestione straordinaria - sottolineano lo stesso Molinari e Massimiliano Romeo, capogruppo del Carroccio al Senato - Ancora una volta la Lega si dimostra attenta alle esigenze dei territori che vanno supportati nel processo di stabilizzazione dei propri bilanci per garantire la continuità dei servizi ai cittadini”.

 

"Default evitato"

 

“Ancora una volta, come già nel 2019 in occasione dei 20 milioni di euro del Decreto ‘Salva Alessandria’, il nostro Comune evita il default grazie alla Lega e in particolare all’onorevole Riccardo Molinari: questa è la politica dei fatti e della concretezza che ci piace, e che giorno dopo giorno dal 2017 stiamo mettendo in campo con il sindaco Cuttica”.

Fallimento Atm: il Comune
condannato a pagare 22,6 milioni

Palazzo Rosso ha proposto appello immediato

Così la Lega di Alessandria commenta, con grande soddisfazione, la notizia che rimbalza in queste ore da Roma: nella notte tra lunedì e martedì la quinta Commissione Bilancio del Senato della Repubblica ha approvato l’emendamento proposto dal Gruppo parlamentare della Lega ed elaborato dal presidente della Lega alla Camera Riccardo Molinari, relativo al debito di 22 milioni di euro della Città di Alessandria causato dalla causa civile intentata dalla Curatela fallimentare di Atm Spa.

“Questo – aggiunge Daniele Poggio, segretario provinciale della Lega - è il primo passo che doveva essere compiuto: riconoscere che il debito ha natura straordinaria (quindi non può essere coperto da parte corrente del Bilancio) e deriva dal passato (per rendere l'attuale amministrazione estranea alla sua responsabilità). Ora si aprono diverse ipotesi di lavoro, dalla transazione al mutuo, per la copertura finanziaria: come sempre ci metteremo al lavoro, e come sempre troveremo la soluzione definitiva che consentirà al Comune di Alessandria di affrontare i prossimi anni con più serenità e senza l’incubo di un nuovo dissesto”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Pontestura in lutto: muore mamma di 41 anni

18 Maggio 2022 ore 15:57
.