Martedì 07 Dicembre 2021

Calcio - Grigi

Monza - Alessandria: "I tifosi ci aiutano a colmare i gap"

Longo non si fida dei brianzoli e  recupera solo Celesia. "Ancora più furore rispetto alle ultime due gare"

Alessandria - Frosinone

Sempre utilizzato a tepo pieno: Luca Parodi ha il minutaggio più alto, insieme a Casarini (foto Ilaria Cutuli)

ALESSANDRIA - Primo comandamento: mai fidarsi di nessuno. Meno che mai di una squadra "costruita per vincere il campionato". Quale è il Monza. E Moreno Longo non si fida del gruppo di Stroppa, neppure di una classifica al di sotto delle aspettative per i brianzoli. Il suo è un invito, esplicito, a tutti, a fare come lui, ad andare oltre i punti di oggi dell'avversaria di domani, "ha giocatori di altissimo livello, che possono trovare l'invenzione o il colpo risolutore in ogni momento".

Allora, cosa dovrà fare l'Alessandria domani per allungare la serie positiva e muovere la classifica anche in trasferta (fino ad ora un solo punto esterno, a Perugia)? "Dovrà essere coesa, con la predisposizione al sacrificio e un grande coraggio". Dunque gruppo solido, che sa anche soffrire quando serve, che non sta ad aspettare la giocata altrui. Un'Alessandria  che osa, e che in due giorni e mezzo ha lavorato  anche per recuperare le energie, e le scelte, domani, saranno dettate anche dai livelli di risposta dei singoli, a livello fisico e mentale, brillantezza e lucidità.

tommaso milanese

Solo Celesia in più

Un po' di emergenza, soprattutto a centrocampo, resta. Perché né Ba, né Bruccini hanno recuperato. "Ba sta leggermente meglio, ma non è ancora pronto per tornare in campo. Non è ancora nelle condizioni che legittimano la convocazione". Anche Bruccini è out, l'unico che torna in gruppo a tempo pieno è Celesia, un mancino in più per la fascia. In mezzo le scelte, quindi, sono quasi obbligate. Al fianco di Casarini sempre in campo dall'inizio e sempre più in condizione eccellente, potrebbe tornare Milanese. Anche perché Palazzi, unico doppio ex coinvolto, uno dei 48 del duello tra Monza e Grigi, sta recuperando, meglio rispetto a giovedì, dal risentimento muscolare che ha limitato il suo utilizzo contro il Frosinone, e il tecnico lo tiene in considerazione per un'eventuale alternativa, "anche per l'impegno, l'abnegazione, il coinvolgimento in ogni allenamento e la voglia di mettersi a disposizione, anche se la condizione non è al massimo. E questo serve in un momento in cui non abbiamo due giocatori importanti come Bruccini e Ba".

Candidato alla conferma in mediana è Milanese (nella foto), "ottima prestazione contro il Frosinone" è uno degli argomenti a suo favore per determinare la decisione di Longo. Anche Chiarello ha molte chance di partire di nuovo dal 1' con i doppi compiti di giocare tra le linee e incunearsi negli spazi, ma anche'prendersi cura' di uno dei centrocampisti strategici per la manovra del Monza.

Palombi o Corazza?

In attacco è ballottaggio tra Palombi e Corazza: Longo considera il primo una punta che sa attaccare la profondità, "rispetto a Marconi caratteristiche in parte diverse, ma è un attaccante, da sfruttare al massimo delle sue potenzialità e la sua disponibilità tattica mi permette di avere una scelta in più in avanti". E, certo, gli interpreti contano, ma più ancora è l'atteggiamento, "voglio tutti aggressivi, lucidi, molto determinati, con caparbietà, rabbia e furore agonistico, anche più delle ultime due gare, con Crotone e Frosinone".

Le scelte sugli undici titolari il tecnico le farà solo nelle prossime ore, "ci sono da valutare bene le condizioni psicofisiche di ognuno e il recupero, specie quando gli impegni sono così ravvicinati". Di certo Casarini e Parodi  ci saranno dall'inizio, gli unici due ad aver giocato tutte le partite, perché la condizione, e il rendimento, garantiscono "continuità", requisito indispensabile". In difesa Mantovani è pronto - "con il Frosinone è uscito prima per crampi, ma nessun problema", e c'è anche Prestia, "che in questi giorni si è allenato bene".

Monza - Alessandria: già oltre 400 tifosi al 'Brianteo'

Ancora un centinaio di biglietti nel settroe ospiti e qualche posto sui pullman. Squadre al lavoro

Il gap e la gente

Domani  almeno 430 persone nel settore ospiti al Brianteo,  pullman e auto per Monza. "E' un numero che ci sottolinea, una volta di più, la fede e la passione della nostra gente. Per noi è molto importante percepire la loro fiducia e la loro forza. Questa simbiosi tra noi e loro, e il club - insiste il tecnico - ci permette e ci permetterà di colmare i gap che ancora abbiamo. Possiamo farlo se siamo uniti, se abbiamo gli stessi pensieri, le stesse azioni, gli stessi obiettivi e la stessa determinazione di raggiungerli".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'incidente

Tragico impatto sulla provinciale
a Valenza: un morto

01 Dicembre 2021 ore 16:14
Guardia di Finanza

Sequestrati oltre un milione di beni
a un commercialista alessandrino

29 Novembre 2021 ore 09:57
il concorso

Miss Italia: Sara, Carlotta e Lisa si giocano la finale

28 Novembre 2021 ore 11:45
.