Martedì 27 Luglio 2021

Mixed Ability

Riconoscimento europeo per il CUSPO

Sport e inclusione, la sezione rugby CUSPO è stata tra le poche realtà italiane a partecipare al virtual event della Federazione Rugby del Galles

Riconoscimento europeo per il CUSPO

SPORT - Per il CUSPO lo sport è sempre stato un sinonimo di inclusione: uomini, donne, bambini, persone con disabilità. Il principio è poter offrire a tutti, indistintamente, le stesse possibilità. Ed è per questo che da anni ha aderito convintamente al progetto internazionale di Imas (International Mixed Ability Sports) in cui i ragazzi con difficoltà sono inseriti nello stesso contesto sportivo invece di frequentare percorsi paralleli e diversi dagli altri. È uno sforzo, (servono personale formato e le giuste strutture), ma ripagato dai risultati. 

L’esperienza CUSPO è stata tra le protagoniste di un virtual event internazionale organizzato dalla Welsh Rugby Union (Fed. Rugby del Galles), per parlare proprio di mixed ability sport. La sezione rugby del CUSPO è stata invitata – tra le tre italiane ad avere questo onore – per raccontare il percorso sportivo-educativo insieme ad altri team di mezza Europa.

Hanno partecipato Patrizia Tramarin (Team Manager del progetto), Jacopo Pulisci con la sorella Enrica (atleta Mixed Ability e nuovo istruttore), oltre al Segretario Generale del CUSPO, Alessio Giacomini, il quale commenta così l’accreditamento  internazionale: «Per noi è motivo d’orgoglio ed è il riconoscimento che il percorso intrapreso sia quello giusto. È stato bello ed interessante conoscere le esperienze di giocatori e club di mixed ability di tutta Europa, raccontare il nostro progetto e confrontarsi con chi da anni prosegue il percorso di inclusione e sport».

Vecchie glorie del 6 Nazioni come Phil Steele, Ryan Jones, Rory Lawson, Ollie Phillips, Bernard Jackman, hanno raccontato aneddoti sulla loro carriera, impreziosendo ulteriormente l’happening internazionale. «Ringrazio l’IMAS, il suo vicepresidente Enrico Colzani e la Welsh Rugby Union per il prestigioso invito. Grazie al Centro Universitario Sportivo Italiano ed al suo progetto Siamo Sport, questo mese riprenderemo il progetto di Mixed Ability con sedute online, in attesa di riportare
i ragazzi al campo. L'esperienza è aperta inoltre a tutte le famiglie che vorranno portare i loro ragazzi a conoscere la nostra attività».

Dal 2019 la Mixed Ability è considerata dalla sezione Rugby allo stesso piano di una qualsiasi attività federale, per rilevanza sociale e sportiva: «Ed è con questo spirito che lavoreremo nei prossimi mesi per migliorarla».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Motociclista muore
nell’impatto contro guard rail

24 Luglio 2021 ore 10:15
.