Mercoledì 21 Aprile 2021

Il bando

Sicurezza: in arrivo 1,2 milioni per il Lovassina e 300mila euro per Casalbagliano

Sicurezza: in arrivo 1,2 milioni per il Lovassina e 300mila euro per Casalbagliano

ALESSANDRIA - Il Ministero degli Interni ha assegnato i contributi per la messa in sicurezza di edifici e territorio di cui alla legge 145/2018 e al bando approvato con decreto del 5 agosto scorso. Il Comune di Alessandria – che aveva partecipato con sette richieste per altrettanti progetti, di cui 2 per la mitigazione del dissesto idrogeologico, 2 per la messa in sicurezza strade, ponti e viadotti e 3 per la messa in sicurezza edilizia scolastica - è stato ammesso per tutte le sette istanze e finanziato, sull'annualità 2021, per le prime due, relative alla regimazione idraulica del Rio Lovassina da Spinetta Marengo alla confluenza del Bormida (Lotto 1 - Interventi nel tratto intubato di Spinetta Marengo - 1,2 milioni di euro) e a interventi straordinari di sistemazione idraulica del sobborgo di Casalbagliano (300mila euro).

Per gli altri interventi, pur ammessi ma non finanziati, si dovranno pertanto attendere ulteriori erogazioni di risorse, avendo comunque acquisito una posizione in graduatoria con punteggi elevati che potranno consentirne un agevole accesso, qualora le ulteriori risorse vengano messe a disposizione negli anni 2022 e 2023.

Con gli interventi finanziati l'Amministrazione Comunale potrà quindi dar seguito agli interventi già eseguiti nel corso del 2020 nel sobborgo di Casalbagliano e potrà concretamente avviare e realizzare gli interventi sul Rio Lovassina, che si attendono da due decenni: il primo lotto, infatti (finanziato con i contributi di cui sopra), consentirà di intervenire nella tratta di Spinetta Marengo, dove verrà adeguata la sezione di deflusso delle acque del Rio, così da ridurre al massimo le possibilità di esondazione che, ancora nel 2019, hanno creato diversi danni all'abitato.

Questi interventi, che seguono quelli di pulizia e rimozione dei detriti eseguiti nella estate del 2020, saranno il primo, ma fondamentale, passo per la realizzazione del complesso progetto che prevede investimenti complessivi per 16,5 milioni di euro per i quali sono comunque da tempo in corso interlocuzioni con la Regione Piemonte per far inserire questo tra gli interventi prioritari che la stessa finanzierà, nel corso del 2021, con le risorse messe a disposizione dal Ministero dell'Ambiente.

Il progetto esecutivo relativo al Lotto 1 del Rio Lovassina è già stato approvato, è in corso di valutazione dei competenti Uffici Regionali per il rilascio dell'autorizzazione idraulica e potrà quindi essere messo a gara entro il mese di giugno 2021 e appaltato in tempo utile per avviare i lavori entro l'anno e concluderli entro il primo semestre 2022.

Per gli interventi di Casalbagliano, invece, occorrerà preliminarmente redigere il progetto esecutivo, dopo l'approvazione del Bilancio di Previsione 2021/2023 e conseguentemente avviare le procedure autorizzative, la gara di appalto e avviare e realizzare i lavori, in continuità con quelli già conclusi nel 2020.

“L’attività dei lavori pubblici prosegue evidentemente in maniera concreta - dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Barosini - attraverso questi due finanziamenti. Procederemo per quanto riguarda il Rio Lovassina alla ricostruzione del tratto intubato, con un primo finanziamento superiore al milione di euro, avendo già fatto nei mesi scorsi la disostruzione del tratto e ora inizieremo a ricostruirlo soprattutto nei tratti più critici per arrivare a risolvere l’annoso problema del Rio Lovassina che porta molti disagi soprattutto nel centro abitato di Spinetta Marengo. Circa il secondo finanziamento rivolto a Casalbagliano, altra zona critica sotto il profilo idrogeologico, i lavori erano iniziati con la regimazione di via Oratorio per un importo di 10mila euro; ora, con l’arrivo di altri 300mila euro, proseguiremo i lavori per risolvere sotto il profilo idrogeologico gli annosi problemi sia del Rio Lovassina sia di Casalbagliano. Non stiamo pensando solo a questi interventi; abbiamo infatti chiesto altri finanziamenti per affrontare uno dei problemi fondamentali per l’Amministrazione ossia mettere in sicurezza la nostra città”.

“Ciò che, con il Decreto del 23 febbraio scorso, il Ministero degli Interni ci ha assegnato – sottolinea il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco - rappresenta, per un verso, un contributo finanziario importante relativo alla corrente annualità e, per altro verso, il riconoscimento della qualità della complessiva strategia portata avanti, con impegno e costanza, dalla nostra Amministrazione Comunale in tema di regimazione e sistemazione idraulica per una sempre maggiore sicurezza del territorio. In particolare, ritengo significativo non solo che si possa dare seguito agli interventi già eseguiti lo scorso anno a Casalbagliano ma anche il fatto che, con questi finanziamenti, vengano concretamente avviati e portati a compimento gli interventi sul Rio Lovassina. Si tratta di interventi di regimazione idraulica nel tratto intubato di Spinetta Marengo ormai ineludibili e che ci consentiranno di superare, una volta per tutte, quelle annose criticità che, ancora nell’autunno del 2019, hanno provocato disagi e danni alla popolazione e alle abitazioni del principale Sobborgo di Alessandria. Spinetta Marengo, come Casalbagliano e tutti i sSobborghi alessandrini sono e rimangono al centro della nostra azione amministrativa e il segnale che giunge tramite questo recente contributo ministeriale va letto come la conferma dell’impegno del nostro ente per la valorizzazione della qualità della vita dei cittadini alessandrini, anche per quanto riguarda temi fondamentali quali la messa in sicurezza degli edifici e dell’intero nostro territorio comunale”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.