Lunedì 01 Marzo 2021

La cerimonia

Medaglie d'Oro alla memoria di cinque internati alessandrini

In Prefettura, ad Alessandria, anche l'onorevole Fiano, figlio del deportato Nedo

Medaglie d'Oro alla memoria di cinque internati alessandrini

ALESSANDRIA - Questa mattina in Prefettura, ad Alessandria, si è svolta la consegna delle cinque Medaglie d'Oro alla memoria di altrettanti militari internati alessandrini nel corso della seconda guerra mondiale: il ricordo, commosso, ha visto la presenza dei figli e dei familiari di Santo Cosso (nato a Bettole di Tortona nel 1916, deportato dal 9 settembre 1943 al 6 agosto 1945), Carlo Dander (nato a Erba Incino nel 1907, deportato dal 9 settembre 1943 al 7 agosto 1945), Mario Deluigi (nato a Bosco Marengo nel 1913, deportato dal 13 settembre 1943 all'1 maggio 1945), Giuseppe Poggio (nato a Masio nel 1922, deportato dal 9 settembre 1943 al 6 settembre 1945) e Luigi Siri (nato nel 1913, deportato fino al 16 ottobre 1944).

Le foto della cerimonia in Prefettura: guarda qui

Presente, con il prefetto Iginio Olita, i sindaci di varie città della provincia e il vescovo monsignor Giuseppe Gallese, oltre ad autorità civili e militari, anche l'onorevole Emanuele Fiano, responsabile della politica estera del Pd in segreteria nazionale ma, soprattutto, terzo e ultimo figlio di Nedo Fiano, ebreo deportato ad Auschwitz e unico superstite di tutta la sua famiglia.

 

 

Per il prefetto Olita, "una giornata importante, per un riconoscimento che lo Stato ha fatto a degli eroi, cinque militari italiani finiti nei campi di concentramento nazisti".

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Addio a Sonia Merlo, «amica altruista
e collega gentile»

19 Febbraio 2021 ore 09:25
La tragedia

Bistagno, schianto mortale in periferia

19 Febbraio 2021 ore 21:05
La tragedia

Schianto a Bistagno: l'Acquese piange 40enne di Monastero

20 Febbraio 2021 ore 08:00
.