Martedì 26 Gennaio 2021

Il commento

La rieducazione del detenuto e l'economia circolare

Andrea Ferrari di Ises: "Impiegare i detenuti restituisce loro dignità e autonomia"

Carcere SocialWood

Andrea Ferrari, presidente di Associazione Ises

ALESSANDRIA - Idee in Fuga è una cooperativa sociale attiva nell’istituto penitenziario Cantiello e Gaeta di Alessandria per creare lavoro per i detenuti, sostenere diverse realtà sociali del territorio e sviluppa idee a favore del terzo settore promuovendone la sostenibilità.
Fuga di Sapori è la prima bottega solidale in un carcere italiano: espone e vende produzioni di Economia Carceraria. Il progetto è nato per promuovere i prodotti di economia carceraria e dare vita a nuove collaborazioni con realtà che producono in diverse carceri italiane e fare emergere quanto di buono viene prodotto.

“Il punto di partenza è stato il progetto SocialWood - dice Andrea Ferrari, presidente di Associazione Ises - che ha permesso di creare all’interno della casa circondariale “Cantiello e Gaeta” un laboratorio artigianale di falegnameria per la produzione di mobili  e accessori di arredamento realizzati principalmente con materiali riciclati, per poi specializzarsi in packaging in legno per aziende vinicole e birricole attente al made in Italy sociale. Il laboratorio artigianale coinvolge e impiega i detenuti restituendo loro dignità e autonomia, il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Il progetto raccoglie due importanti sfide della società moderna: la rieducazione del detenuto, come sancito dall’articolo 27 della Costituzione, e i principi di economia circolare. SocialWood è stato l’incipit di un progetto più ambizioso e strutturato che ha portato alla creazione della cooperativa sociale Idee in Fuga.

Molta attenzione è data alla sostenibilità e al lavoro in rete con altri enti del terzo settore: "Crediamo infatti che i progetti sociali debbano autosostenersi e sviluppare profonde sinergie tra tutti gli enti che operano con spirito sociale e di solidarietà. Grazie a questa vision, sono nate collaborazioni importanti con cooperative operanti nelle varie carceri italiane. I frutti di tali collaborazioni sono disponibili nella prima bottega in carcere d’Italia, ovvero un luogo dove tutte le produzioni sociali, a partire dalle produzioni di economia carceraria, trovano spazio, visibilità e promozione".

“Sono molte le collaborazioni tra Idee in Fuga e i vari Istituti italiani - aggiunge  Dolores Forgione di Idee in Fuga - ,  - produzioni di Pozzuoli, Palermo, Mantova, Siracusa, Sant’Angelo dei Lombardi, Busto Arsizio, Aosta, Sondrio, Venezia e naturalmente i mobili di SocialWood diventano espositori: il miglior modo per creare un connubio tra le migliori produzioni sociali d’Italia”.

Tutti i fondi raccolti grazie alle vendite vengono impiegati per acquistare nuovi attrezzi per la falegnameria, la formazione e il lavoro dei detenuti, offrendo loro una concreta possibilità di reinserimento lavorativo a fine pena, ma dando spazio ai vari progetti promuoviamo direttamente le attività sociali dei nostri partner, creando quindi un effetto moltiplicatore in tutta Italia, partendo da Alessandria.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La lettera

Il direttore rimette
il mandato

17 Gennaio 2021 ore 16:49
Novi Ligure

Allarme
rave party
a Villa Minetta? Carabinieri sul posto

24 Gennaio 2021 ore 10:13
.