Martedì 26 Gennaio 2021

La richiesta

«Destinare i fondi Ue all’edilizia degli istituti penitenziari»

«Destinare i fondi Ue all’edilizia degli istituti penitenziari»

Il carcere di San Michele, Alessandria

ALESSANDRIA - «Come non pensare di utilizzare parte dei fondi Ue destinati all’Italia per far compiere un salto di qualità alla Sanità e all’edilizia penitenziaria?». La domanda è del garante regionale delle persone detenute Bruno Mellano, durante la presentazione del Quinto dossier delle criticità strutturali e logistiche delle carceri piemontesi.

«La raccomandazione, raramente rispettata, di non giungere mai al 100% di posti occupati per far fronte a necessità di spostamenti o di emergenze – ha detto Mellano – è diventata particolarmente drammatica nel corso della pandemia. Occorre operare affinché l’affollamento, che in alcuni istituti piemontesi raggiunge anche il 130%, non superi il 98% della disponibilità».

Il documento (alla cui stesura ha collaborato anche il garante dei detenuti alessandrini, Marco Revelli), è stato indirizzato al capo dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, Bernardo Petralia; al provveditore dell’Amministrazione penitenziaria del Piemonte, Pierpaolo D’Andria; al ministro di Giustizia, Alfonso Bonafede, e ai sottosegretari di Stato, Vittorio Ferraresi e Andrea Giorgis.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La lettera

Il direttore rimette
il mandato

17 Gennaio 2021 ore 16:49
Novi Ligure

Allarme
rave party
a Villa Minetta? Carabinieri sul posto

24 Gennaio 2021 ore 10:13
.