Giovedì 28 Maggio 2020

Alessandria

Resistenza, lesioni e fuga in auto dalla polizia: 53enne arrestato

Tre agenti hanno riportato lievi ferite

Resistenza, lesioni e fuga in auto dalla polizia: 53enne arrestato

ALESSANDRIA - Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Alessandria con personale della Polizia Stradale di Acqui Terme, ha arrestato il 53enne alessandrino Paolo d'Amico, responsabile dei reati di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, e lesioni aggravate.

Alle ore 02.30 circa, un  equipaggio della Squadra Volante, durante l’ordinario servizio di controllo del territorio, ha notato in Zona industriale D3 presso via dell’Industria,  un’autovettura Mini Club Man con motore acceso e fari anabbaglianti in funzione.

Rilevata la sospetta presenza del veicolo, l’equipaggio della Squadra Volante l'ha sottoposta a controllo, a bordo del mezzo il solo d'Amico. A specifica richiesta degli operanti di giustificare la propria presenza in loco anche alla luce delle norme restrittive correlate all’emergenza epidemiologica in atto, d'Amico ha riferito di essere uscito dalla propria abitazione per fare rifornimento al veicolo, esibendo a giustificazione uno scontrino di rifornimento riportante le ore 22 del giorno precedente.

Constatata la mancanza di una motivazione giustificativa plausibile, il personale operante ha contestato verbalmente la conseguente infrazione amministrativa al d'Amico che sin da subito ha mostrato un atteggiamento insofferente, dapprima protestando circa le motivazioni della sanzione;  successivamente sottraendo dalle mani del personale  il proprio documento di identificazione, fornito pochi minuti prima,   e fuggendo in auto verso il centro cittadino.

Immediatamente gli operanti si sono messi all'inseguimento richiedendo l’ausilio di altro personale di Polizia. Il fuggitivo, dopo aver percorso via Raschio ad altissima velocità, ha perso il controllo del proprio veicolo andando ad impattare violentemente contro un veicolo in sosta. L’immediato intervento del personale operante ha impedito la fuga a piedi dell'uomo, anche grazie all’ausilio degli ulteriori equipaggi della Volante e del personale della pattuglia della Polizia Stradale di Acqui Terme nel frattempo sopraggiunti.

Nei concitati attimi successivi d'Amico ha inveito fisicamente contro  i poliziotti, sferrando calci e tentando di colpire a testate due Agenti che per questo hanno riportato lievi lesioni, strappando la mascherina ad un terzo agente. Nonostante la continua resistenza fisica e le minacce rivolte agli operatori, lo stesso  è stato accompagnato in sicurezza presso gli Uffici della Questura dove ha tuttavia ferito un altro Agente che tentava di contenerlo.   

Alla luce dei fatti verificatisi, Paolo d'Amico è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate, nonché  deferito all’Autorità Giudiziaria per il rifiuto di sottoporsi all’accertamento del tasso alcoolemico.

Processato per direttissima, l'uomo ha ricevuto una condanna alla pena di 9 mesi di reclusione per patteggiamento con sospensione condizionale della pena ed immediata liberazione.

 

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.