Venerdì 18 Settembre 2020

La mozione

“Sgravi fiscali per chi è colpito dalle continue esondazioni del rio Lovassina”

La richiesta è di Maurizio Sciaudone (FI). Sarà fattibile, viste le difficoltà di bilancio e a far quadrare in conti?

Piove, e iniziano i guai. Fuori il Rio Lovassina

ALESSANDRIA - Il tentativo del capogruppo di maggioranza Maurizio Sciaudone (FI) era già stato fatto all'interno del Dup, il documento unico di programmazione: “pensare a sgravi fiscali, cioè sulle imposte comunali come Imu, Tari, Tasi, per i residenti di Spinetta Marengo e Litta Parodi che frequentemente sono colpiti e danneggiati dalle esondazioni del rio Lovassina”. Nel Dup non era stato possibile inserirlo, ma il consigliere di maggioranza ora ci riprova con una mozione.

Un problema che si protrae da venti anni, quello del Lovassina. Ma che è andato a peggiorare negli ultimi 7-8 anni, come hanno dimostrato le quattro esondazioni che si sono susseguite nei mesi di ottobre e novembre dell'anno appena trascorso. “Questa amministrazione, anche su impulso della maggioranza, ha dato corso al progetto di deviazione del rio Lovassina, provvedendo a redigere il progetto definitivo utile alla realizzazione dell'opera che dovrebbe mettere fine ai continui disagi per la popolazione dei due sobborghi interessati”. Quindi come prima cosa viene chiesto “per quanto di propria competenza, di intensificare da parte della giunta Cuttica, la realizzazione di questo progetto e dell'opera”.

Poi, come in tempi passati era stato fatto per i residenti di Castelceriolo, che dovevano convivere con la discarica sul territorio, Sciaudone chiede che si attivino misure di sgravi tributari sulle tasse comunali a coloro che subiscono continuamente danni per le esondazioni di quel corso d'acqua e che “non sono più accettabili”.

Sarà fattibile, viste le difficoltà di bilancio e a far quadrare in conti?

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il caso

Medico positivo va al lavoro? Ospedale
in subbuglio

11 Settembre 2020 ore 16:16
Casale 

Uccide il padre
e gli dà fuoco, confessa
il 23enne

07 Settembre 2020 ore 20:21
.