Martedì 21 Gennaio 2020

Polizia Municipale

Coi proventi delle multe, due progetti per “controllo e sicurezza”

Nel programma di mandato della giunta e nel Dup si dava “assoluta priorità di intervento al potenziamento dei servizi a tutela della sicurezza e dell'incolumità pubblica sul territorio cittadino”

Coi proventi delle multe, due progetti  per “controllo e sicurezza”

ALESSANDRIA - I criteri per l'utilizzo di parte dei proventi che derivano dalle multe per violazioni del codice della strada accertate dalla Polizia Municipale sono determinati dall'articolo 208 del decreto legge 285 del 1992 (con tutte le modifiche apportate dalla legge 210 del 2010). Una quota del 50 per cento che spetta agli enti, quindi al Comune, può essere utilizzata per un quarto (25%) ad interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento e messa a norma della segnaletica delle strade comunali. Un altro 25% può essere destinato al potenziamento delle attività di controllo ed accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l'acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature. Infine (per un 50%) queste risorse possono essere spese per altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale, alla manutenzione strade, al potenziamento e manutenzione delle barriere e al rifacimento del manto stradale; ma anche ad interventi di maggiore sicurezza per gli utenti della strada, oppure allo svolgimento di corsi didattici nelle scuole finalizzati all'educazione stradale. Questa ultima quota può anche essere destinata “all'assunzione stagionale a progetto in forma di contratti a tempo determinato e di lavoro flessibile, come finanziamenti per progetti di potenziamento dei servizi di controllo e dei servizi notturni e di prevenzione”.

Due progetti
Così per volontà dell'amministrazione comunale sono due i progetti finanziati con queste risorse derivanti dalle multe: il primo – per il secondo anno – è quello relativo al “controllo dei limiti di velocità con particolare attenzione alla rete stradale interna al centro abitato dell'area urbana e dei sobborghi con l'utilizzo delle dotazioni tecnologiche in postazione fissa (Autovelox) e mobile (Telelaser) biennio 2028-2019”. Il secondo progetto, nuovo, approvato dalla giunta è per il “potenziamento ed incremento delle attività svolte nelle domeniche e festivi dal personale del corpo di Polizia Municipale a presidio del territorio – anno 2019”.
Due progetti che presentano tutti i requisiti per essere inseriti in questa forma di finanziamento e che rispecchiano la “mission” evidenziata nel programma di mandato della giunta Cuttica e nel Dup, il documento unico di programmazione 2019-2021 dove si dava “assoluta priorità di intervento al potenziamento dei servizi a tutela della sicurezza e dell'incolumità pubblica sul territorio cittadino”.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il racconto

Il film di Zalone
visto da un migrante vero

10 Gennaio 2020 ore 07:56
Alessandria

Precipita dal quarto piano, muore una 45enne

12 Gennaio 2020 ore 13:35
.