Sabato 07 Dicembre 2019

Atletica

Straneo, a Valencia il crono è 2h30'43''

La campionessa alessandrina chiude al 16° posto, unica azzurra al traguardo. Ma il minimo ancora non c'è

Straneo , a Valencia il crono è 2h30'43''

A Valencia, un anno dopo, Valeria Straneo è 16esima

Al traguardo è l'unica azzurra, ma il tempo non è ancora quello che apre le porte della terza Olimpiade. Alla maratona di Valencia Valeria Straneo è 16esima, il crono dice 2h30'43''. Dunque ancora un minuto da limare rispetto al 2h29'30'' che è il minimo imposto dalla Iaaf per partecipare a Tokyo 2020.

Un anno fa la primatista italiana sulla distanza aveva scelto la gara spagnola per il ritorno dopo quasi due anni e mezzo. Con un tempo quasi simile, 2h30'26''. Anche oggi un rientro per la campionessa alessandrina che, nella prima parte, riesce a mantenere un ritmo in linea con l'obiettivo della vigilia, centrare il pass per le Olimpiadi. Alla 'mezza' il passaggio in 1h13'45''  fa ben sperare, perché con quel passo sarebbe riuscita anche a scendere sotto 2h29'.

Invece una lieve flessione negli ultimi dieci chilometri non le permette di centrare la qualificazione, che inseguirà a inizio 2020, in una gara ancora da scegliere.

Fra le candidate alla maglia azzurra, che avevano indossato a Rio,  Straneo è l'unica a completare la corsa: Anna Incerti tiene l'andatura di Valeria per oltre metà gara, ma al km35 si ritira. Finisce ancora prima l'avventura di Catherine Bertone, per un risentimento muscolare che la obbliga a fermarsi dopo 11 chilometri.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Scomparsi da 5 giorni,
il ritorno a casa

02 Dicembre 2019 ore 23:17
Lo speciale

Il docufilm sulla tragedia
di Quargnento

05 Dicembre 2019 ore 02:00
La fotografia

Parcheggio
maldestro 

03 Dicembre 2019 ore 11:36
.