Venerdì 13 Dicembre 2019

Casale

Serie di truffe online, scattano le denunce

Le indagini dei Carabinieri: coinvolti Occimiano, Pontestura e Balzola 

Serie di truffe online, scattano le denunce

Il capitano Christian Tapparo con i suoi uomini

CASALE - Le truffe online sono sempre più frequenti e elaborate. Serve la massima attenzione. I Carabinieri di Casale stanno impiegando molte risorse investigative nel campo della prevenzione e della repressione. 

Il volume degli affari generati dal “Web shopping” è cresciuto in maniera esponenziale, mettendo in evidenza anche un aumentato interesse delle aziende e dei consumatori italiani verso i mercati stranieri. Il rapporto tra venditore e consumatore nel commercio elettronico muta svolgendosi in uno spazio virtuale, che rende difficile l'instaurazione di un rapporto fiduciario. Il quadro si complica se si pensa ai "terzi" che possono intromettersi con intenti non sempre chiari e pacifici. Le transazioni “on line” aprono, lo scenario a nuove forme di crimine come il furto dei codici delle carte di credito oppure la violazione all'accesso e all'uso dei dati sensibili. 

Carabinieri Occimiano

I militari a seguito della denuncia presentata da un 44enne di Casale hanno denunciato per truffa, in concorso, tre persone (un 59enne, un 19enne è un 21 enne residenti a Padova e Treviso) di Padova. I tre avevano contattato utenti che avevano pubblicato annunci di vendita di oggetti sul portale Subito.it, dicendo di essere interessati all’acquisto di alcuni prodotti pubblicizzati e di voler pagare immediatamente il prodotto con vaglia online, riservandosi di ritirarlo, invitando il venditore a raggiungere un Atm Postamat per eseguire l’operazione. Il venditore ha poi simulato la dettatura di un codice vaglia online, inducendo in errore il venditore che dopo aver digitato le proprie credenziali, inseriva il codice fornito  che non era altro che il numero della carta postpay in uso ai tre truffatori, sulla quale il venditore ha versato (anziché ricevere) l’importo. La truffa è stata ripetuta più volte in tutto il territorio nazionale. L’identificazione si è resa possibile grazie ad una attenta analisi dei tabulati telefonici intestati ai tre truffatori.

I Carabinieri di Pontestura 

I militari hanno denunciato un 41enne di Taranto che ha messo in vendita online un aspirapolvere per 280 euro e dopo aver incassato il soldi è scomparso. La denuncia è stata presentata da un 39enne di Pontestura. 

I Carabinieri di Balzola 

La vittima è una donna di 31 anni di Villanova Monferrato. Aveva versato la caparra per l’affitto di un appartamento nel comune di Cefalù di cui poi non aveva potuto usufruire. La truffa è stata commessa da una 36enne di Castelnuovo Scrivia


 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Scomparsi da 5 giorni,
il ritorno a casa

02 Dicembre 2019 ore 23:17
Lo speciale

Il docufilm sulla tragedia
di Quargnento

05 Dicembre 2019 ore 02:00
La storia

Tabaccaio aggredito reagisce
col bastone: denunciato

06 Dicembre 2019 ore 11:19
.