Mercoledì 20 Novembre 2019

Calcio - Grigi

L'Alessandria si riprende il podio

Terzo posto diviso con il Renate, ma davanti per effetto dello scontro diretto

L'Alessandria si riprende il podio

Castellano, specialista in assist: suo il lancio per Eusepi nell'azione del gol (foto Ilaria Cutuli)

Gli effetti del derby vinto con il Novara si fanno sentire anche a distanza. Secondo posto per una notte, il terzo adesso, dopo la conclusione degli altri nove incontri del girone A. I Grigi di nuovo sul podio, in una classifica molto corta, con 10 squadre nello spazio di 8 punti e 7 raccolte in 5 punti.  Il Monza  fatica un po' all'inizio, ma poi passa in casa del fanalino Pergolettese (0-2), il Pontedera si conferma secondo battendo l'Arezzo (2-1) che non trova continuità, tra Renate e Siena 0-0 e i toscani protestano per un rigore non concesso che anche Aimo Diana, allenatore dei padroni di casa riconosce come possibile.

I Grigi scavalcano la Carrarese, battuta da un ex grigio, Gaetano D'Agostino, prima vittoria del Lecco nella sua gestione, 2-0 ai marmiferi. Resta dietro, oltre al Siena, anche la Juventus Under 23, prossima avversaria in Coppa, 1-1 sul campo della Giana.

Il Gozzano ritrova la vittoria, 2-0 ad un Albinoleffe ridimensionato, dopo la quaterna all'Alessandria. La Pistoiese ritrova il successo, 1-0, e stacca la Pianese. Pareggia la Pro Vercelli, 1-1 a Olbia, nessun gol tra Como e Pro Patria, prossima avversaria, domenica, degli uomini di Scazzola. Che non guarda ancora la classifica, ma è convinto che per le prestazioni fatte, in questo momento abbiamo qualcosa in meno, e penso alle partite con Pistoiese e Arezzo"

Per il derby vinto un elogio speciale ai giovani. "Abbiamo concluso la gara con 8 under in campo, fra questi anche un 2001, che hanno dato molto e che hanno ancora margini di crescita". In attesa di Casarini e Gazzi il centrocampo di palleggiatori ha funzionato. "Dobbiamo sempre cercare di essere propositivi. Nell'ultima mezzora abbiamo giocato con Gerace, che è un trequartista, e con le due punte fino alla fine. Dobbiamo crescere, ha ragione Eusepi quando dice che si devono finalizzare le occasioni, perché poi la squadra che è sotto, nel finale va tutta in avanti e può capitare l'episodio negativo. Capisco un po' di timore per quanto è successo nelle ultime gare, ma c'è solo da guadagnare ad essere un po' più cinici".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
Cronaca

Piazza Garibaldi,
in Rianimazione l’uomo ferito

10 Novembre 2019 ore 14:42
.