Mercoledì 20 Novembre 2019

Case popolari

Balconi pericolanti, infiltrazioni e degrado. “Ma tutti restano indifferenti”

Problematiche ancora esistenti come "70 ascensori che non funzionano e numerosi alloggi da sistemare visto che così non possono essere assegnati"

Balconi pericolanti, infiltrazioni e degrado. “Ma tutti restano indifferenti”

ALESSANDRIA - Sono i numeri di una relazione dei vertici dell'Atc Piemonte Sud sulle case popolari a fotografare la situazione, "che migliora dal punto di vista delle occupazioni abusive, con un trend di contenimento che ha portato da 111 casi nel 2015 a 22 nel 2019". Ma che non riesce a sistemare tante delle problematiche ancora esistenti come "70 ascensori che non funzionano e numerosi alloggi che sarebbero da sistemare visto che così non possono essere assegnati". Ad ascoltare in commissione il presidente Ambrogio Garzino, il vice Marco Santi e il direttore Gianluca Ghiglione, oltre all'assessore Piervittorio Ciccaglioni, anche un gruppo di residenti delle case popolari di via Verona e via Volturno e di alcuni rappresentanti del gruppo 'Svegliati Alessandria'.

I numeri
Sono 2.172 gli alloggi gestiti dall'Atc, il 20% rispetto agli 11mila 500 di tutto il Piemonte Sud: 67 le assegnazioni nel 2019 e 3 decadenze, con altre 3 consegne spontanee prima dell'esecuzione dello sfratto. "L'andamento delle morosità aumenta, arrivando a 1 milione 680mila euro nel 2018 e con un ordine di grandezza di chi sta negli alloggi e non paga di centinaia di famiglie". Come agire? "Utilizzando al meglio il fondo sociale: nel 2018 sono stati 234 gli assegnatari ammessi con morosità per 334mila euro". Intanto grazie a contributi si sono recuperati 4 alloggi e si stanno facendo lavori su immobili comunali grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di quasi 4 milioni. Lavori su 84 alloggi dei 358 di proprietà del Comune, ma gestiti da Atc.

Via La Malfa, via Verona e via Volturno
C'è chi è al freddo in via La Malfa: "l'impianto geotermico non ha mai funzionato. Nel 2017 sostituita caldaia: ora una valvola ha creato problemi. Con oggi tutto risolto". Ma c'è anche chi in via Tonso "ha pilastri che destano preoccupazione, solette dei balconi con ferri a vista e infiltrazioni d'acqua". Tutte situazioni note, "ma serve un plafond di risorse per non dover sempre agire in emergenza e fare manutenzioni ordinarie. Speriamo nei 49 milioni destinati al Piemonte Sud dallo Stato" ha risposto l'Atc. Non solo problematiche strutturali ma anche di degrado e sicurezza in via Verona-via Volturno. "Gente che bivacca, che dorme nelle cantine. Tossici. Ma nessuno fa niente. Mettere cancelli per chiudere e tutelare noi che lì ci viviamo? Ormai i bambini non possono più giocare in cortile e crescono gli atti vandalici, con scritte sulle porte" sono le parole dei cittadini. Serve "una scala di priorità: la prima recuperare risorse e fare in modo che alcuni problemi siano risolti da chi ne ha competenza. E non siamo noi" ha risposto il presidente Atc. Intanto dai banchi di minoranza la richiesta di una commissione Sicurezza alla presenza del sindaco.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Masio

Schianto fatale
dopo la curva, muore 23enne

10 Novembre 2019 ore 13:55
Cronaca

Piazza Garibaldi,
in Rianimazione l’uomo ferito

10 Novembre 2019 ore 14:42
.